PDFpen, annotare i PDF

di Agnese Bascià

scritto il

Il formato PDF può essere manipolato solo disponendo della suite completa Adobe Acrobat Professional, o parzialmente tramite qualche plug-in di OpenOffice.org o altre suite. Tuttavia, per “scarabocchiare” un documento PDF o inserirvi annotazioni di testo o immagini, basta dotarsi di PDFpen per Mac.

Se avete una tavoletta grafica o una buona dimestichezza con il mouse, potete scrivere sul PDF come una normale fonte cartacea, con l’aggiunta che potrete inserire anche immagini estrapolate da altri documenti.

Questa piccola applicazione offre diverse funzionalità, qui ne citeremo solo alcune di facile e pratico utilizzo. Dalla toolbar, selezionando la penna, è possibile cerchiare a mano libera parti di testo, appuntare scritte a mano o evidenziare con uno schizzo parti di testo.

Il menu “Strumenti” è ricco di opzioni: possiamo selezionare il testo e poi evidenziarlo con colori differenti o tracciati diversi; possiamo modificare quanto abbiamo tracciato in precedenza; possiamo creare fumetti per i commenti al testo e inserire blocchi di testo, digitati da tastiera.

L’inserimento di immagini è altrettanto semplice: dalla toolbar clicchiamo sull’icona “Inserisci” scegliendo un’immagine o un ulteriore documento PDF da unire al precedente. IL tasto “Ispettore” ci consente di editare le proprietà del documento, scegliere un colore di sfondo per l’area del testo o selezionare un bordo con spessore e colore personalizzati.

Le opzioni di salvataggio spaziano dal PDF anche protetto da password, con o senza filtri Quartz, a differenti risoluzioni di TIFF. Di questo software non gratuito è possibile provare una versione demo scaricabile dal sito ufficiale; abbinato a PageSender, può essere utilizzato per inviare fax.