Tratto dallo speciale:

Energia: produzione e trasporto, sprechi del 50%

di Noemi Ricci

scritto il

Metà dell'energia consumata viene sprecata nelle fasi di produzione e trasporto. Di questo e di tutte possibili strategie per affrontare i problemi dell'energia si parlerà alla Giornata Mondiale dell'Ambiente

Si terrà venerdì 15 ottobre presso l’Accademia Nazionale dei Lincei la XXVIII Giornata Mondiale dell’Ambiente. Nel corso del convegno “Energia ed ecologia: un peso o un’opportunità per l’economia?” si discuterà anche di sprechi energetici in fase di trasformazione e trasporto.

Secondo i bilanci, si tratta di circa il 50% di tutta l’energia consumata, a causa di processi errati che dissipano energia, inquinano e danneggiano l’economia.

Per Sergio Carrà, ingegnere chimico del Politecnico di Milano, il costo dell’energia, dopo quello della salute, è uno dei più elevati nel bilancio dell’economia italiana.

L’evento fornirà dunque l’occasione per delineare strategie di contrasto: dai pre e contro del rilancio del nucleare alle indubbie potenzialità delle rinnovabili, dal controllo delle emissioni alle nuove soluzioni nel settore Trasporti, dalle iniziative per i risparmi alle soluzioni per l’efficienza energetica.

Si discuterà anche di accordi internazionali per la riduzione dell’inquinamento, di costi e rischi ambientali legati alle varie forme di produzione di energia e, ovviamente, dei mercati più innovativi innovativi quali quelli della produzione di elettricità da Fotovoltaico, Idrogeno, biomassa e Idroelettrico.