Pmi Lombardia, bandi per accesso al credito e innovazione

di Alessandro Vinciarelli

scritto il

Finanziamenti Pmi: due bandi in Lombardia, per accesso al credito (Camera di Commercio di Milano) e per gli investimenti in ricerca e sviluppo (Regione Lombardia e MIUR).

In arrivo due importanti opportunità per le Pmi della Lombardia: Regione e MIUR hanno annunciato un bando da 118 milioni di euro per lo sviluppo di progetti di ricerca e innovazione in dieci settori strategici, mentre la Camera di Commercio di Milano ha messo in campo 2 milioni di euro con il bando “Iniziative a sostegno dell’accesso al credito delle Pmi milanesi – anno 2011″.

Possono accedere al credito previsto dal primo bando, frutto dell’intesa sottoscritta dal presidente Roberto Formigoni e dal ministro Mariastella Gelmini, le imprese dei settori Agroalimentare; Aerospazio; Edilizia sostenibile; Automotive; Energia e fonti rinnovabili; Biotecnologie; ICT; Materiali avanzati o nuovi materiali; Moda e design; Meccanica di precisione, metallurgia e beni strumentali.

Il plafond totale è messo a disposizione in parti uguali da Ministero e Regione con l’obiettivo di promuovere «la realizzazione di progetti di ricerca industriale e di attività di sviluppo sperimentale da parte di piccole e medie imprese lombarde». Il bando rimmarrà aperto fino al 23 novembre.

«Lo scopo del bando è di innalzare il contenuto tecnico-scientifico di prodotti e processi che favoriscano la competitività del sistema produttivo e scientifico lombardo», ha continuato il presidente, «È la prima volta in Italia che viene realizzato un bando congiunto di questo genere, con il Ministero che mette a sistema e razionalizza misure in precedenza attivate separatamente».Di particolare rilievo «la completa informatizzazione delle procedure» e la «possibilità di aggiungere ulteriori risorse».

Il ministro Gelmini ha invece posto l’accento sulla possibilità che il bando apre alle Pmi di fare rete «e di aprirsi anche alle eccellenze lombarde nel campo dell’Università e dei centri di ricerca».

Un sostegno concreto per l’accesso al credito delle Pmi che si tradurrà in un contributo a fondo perduto e/o finanziamento agevolato. Il valore di progetti presentati dalle micro, piccole e medie imprese lombarde non potrà essere inferiore a 500 mila euro né superiore a 2 milioni di euro.

Procedure ed infomazioni utili alle imprese che intendano presentare domanda verranno illustrate nel dettaglio nelle prossime settimane quando inizierà una serie di incontri territoriali: il 10 ottobre a Lodi, il 12 ottobre a Brescia e il 17 ottobre a Milano. Previsti anche dei collegamenti in videoconferenza con le sedi territoriali di Pavia, Varese, Cremona, Sondrio, Como, Bergamo, Lecco e Mantova.

Potranno invece presentare domanda di accesso al bando aperto dalla Camera di Commercio entro il 31 maggio 2012 (16 luglio per i progetti di patrimonializzazione aziendale) le imprese del territorio che hanno intenzione di avviare progetti di acquisto o ristrutturazione di immobili; realizzazione di nuovi impianti; acquisto di nuove attrezzature; acquisizioni aziendali; depositi di marchi o brevetti; aumenti di capitale sociale; riduzione degli oneri finanziari.

In questo caso i finanziamenti dovranno essere garantiti da uno dei Consorzi e delle Cooperative Fidi aderenti all’iniziativa e si tradurranno in una riduzione del costo, ovvero in un abbattimento del tasso di interesse in percentuale variabile a seconda dell’ammontare totale del credito concesso e della tipologia di impresa richiedente. Per le operazioni di patrimonializzazione aziendale è inoltre previsto un contributo a fondo perduto. Al plafond totale messo a disposizione per il bando ha contribuito in parte il Comune di Milano, stanziando 200 mila euro.