Tratto dallo speciale:

Bonus Fiere, domande online: click day il 9 settembre

di Alessandra Gualtieri

scritto il

Incentivi per la valorizzazione del Made in Italy e la ripresa del settore fieristico: come funziona la misura e come fare domanda il 9 settembre.

Conto alla rovescia per il “Buono Fiere” (istituito dall’articolo 25-bis del Dl Aiuti) per la promozione del Made in Italy: a partire dal 9 settembre, le imprese interessate possono prenotare il voucher per la partecipazione a manifestazioni fieristiche internazionali organizzate in Italia.

L’incentivo consiste in un contributo a fondo perduto, del valore massimo di 10mila euro, pari al 50% delle spese sostenute dalle imprese che partecipano a a una o più manifestazioni fieristiche, le quali dovranno avere luogo nel periodo che va dal 16 luglio al 31 dicembre 2022. Gli eventi devono inoltre essere inseriti nel calendario fieristico approvato dalla Conferenza delle Regioni e Province autonome.

Il “Buono fiere” può essere richiesto una sola volta ed è valido fino al 30 novembre 2022, termine entro cui i beneficiari dovranno richiedere il rimborso spese: affitto allestimenti, attività promozionali, trasporto, noleggio impianti, personale di supporto.

Le domande, con procedura telematica disponibile sul sito www.mise.gov.it dalle ore 10 del 7 settembre, prevedono  verifiche preventive sul possesso dei requisiti tecnici e autorizzazioni, prima dell’invio vero e proprio della prenotazione del buono dal 9 settembre.

Il Bonus Fiere sarà riconosciuto in base all’ordine cronologico di presentazione delle domande, fino ad esaurimento risorse (34 milioni di euro, per l’anno 2022). Nell’istanza dovrà essere riportato l’indirizzo di posta elettronica certificata dell’impresa, utilizzato per ogni comunicazione con il Ministero, nonché l’IBAN del conto corrente bancario intestato al richiedente.

Ulteriori dettagli del decreto direttoriale del Ministero dello Sviluppo Economico del 4 agosto 2022.