Tratto dallo speciale:

Avvio impresa in Lombardia: contributi a fondo perduto per Partite IVA

di Redazione PMI.it

scritto il

Nuove risorse per sostenere l’avvio di imprese e le iniziative di autoimprenditorialità in Lombardia, anche come opportunità di ricollocamento.

Favorire l’avvio di nuove aziende e incentivare l’autoimprenditorialità sul territorio: questo l’obiettivo del bandoNuova Impresa” promosso dalla Giunta della Regione Lombardia su proposta dell’assessore allo Sviluppo economico Guido Guidesi. L’iniziativa si propone di sostenere l’apertura di nuove imprese nei settori del commercio, terziario, manifatturiero e artigianato, grazie a un contributo di 4 milioni di euro erogato per coprire i costi legati alla creazione d’impresa.

Destinatari sono coloro che vogliono aprire una micro o piccola media impresa sul territorio, beneficiando di un contributo a fondo perduto fino al 50% della spesa ritenuta ammissibile, che dovrà essere pari ad almeno 5mila euro, entro il limite massimo di 10mila euro per impresa.

Il bando sarà pubblicato entro 60 giorni dalla pubblicazione della delibera datata 26 luglio 2021. Saranno ammissibili le spese sostenute per l’avvio della nuova impresa, tra cui gli oneri notarili, gli onorari per prestazioni e consulenze relative all’avvio, l’acquisto di beni strumentali, macchinari, attrezzature, arredi anche finalizzati alla sicurezza, così come i costi per l’acquisto di software e hardware, i canoni di e spese di comunicazione.

=> Voucher e bonus in denaro per nuove assunzioni in Lombardia

La misura, inoltre, punta a incentivare l’autoimprenditorialità quale opportunità di ricollocamento dei soggetti fuoriusciti dal mercato del lavoro.