Tratto dallo speciale:

Bando e-commerce: nuovi mercati per le MPMI

di Redazione PMI.it

scritto il

Sostegno economico alle imprese lombarde che investono nella realizzazione di e-commerce per migliorare l’accesso ai mercati esteri.

Regione Lombardia e Camere di Commercio lombarde sostengono le MPMI che intendono sviluppare e consolidare la propria posizione sui mercati esteri, investendo nella realizzazione e nel lancio di portali e-commerce.

=> Safe working: contributi alle imprese lombarde

In un contesto emergenziale dovuto alla crisi epidemiologica, infatti, è necessario puntare su canali alternativi per garantire uno sbocco commerciale dei prodotti delle imprese lombarde che non sia limitato al mercato domestico.

Con il nuovo bando e-commerce 2020, le MPMI lombarde possono contare su sostegno e aiuto concreto per accedere a piattaforme cross border (B2B e/o B2C) e/o sistemi e-commerce proprietari (siti e/o app mobile). Il bando si rivolge alle micro, piccole e medie imprese attive sul territorio, beneficiarie di un contributo è a fondo perduto con limite massimo di 10mila euro. Le risorse possono coprire il 70% delle spese sostenute da ciascuna impresa, a fronte di un investimento minimo pari a 4mila euro.

Per quanto riguarda le spese ammesse al contributo, sono comprese:

  • accesso ai servizi di vendita online sui canali prescelti;
  • analisi di fattibilità del progetto, con particolare riferimento alle esigenze di adeguamento; amministrativo, organizzativo, formativo, logistico, di acquisizione di strumenti e servizi;
  • organizzazione di interventi specifici di formazione del personale;
  • acquisizione ed utilizzo di forme di smart payment;
  • realizzazione di una strategia di comunicazione, informazione e promozione per il canale export digitale;
  • progettazione, sviluppo e/o manutenzione di sistemi e-commerce proprietari;
  • progettazione, sviluppo e/o manutenzione di piattaforme di AR Business commerce;
  • sostegno al posizionamento dell’offerta sui canali commerciali digitali prescelti verso i mercati esteri selezionati;
  • automatizzazione delle operazioni di trasferimento, aggiornamento e gestione degli articoli da e verso il web (API – Application Programming Interface);
  • raccordo tra le funzionalità operative del canale digitale di vendita prescelto e i propri sistemi CRM;
  • protezione e/o registrazione dei marchi e/o degli articoli compresi nel portafoglio prodotti nei mercati di destinazione prescelti;
  • campagna digital marketing ed attività di promozione sui canali digitali.

Le domande devono essere presentate esclusivamente in modalità telematica con firma digitale sul sito webtelemaco.infocamere.it entro l’11 settembre 2020.

I Video di PMI

E-shop: come presentare al meglio i prodotti