Scadenze Fiscali

IMU e TASI 2017, saldo entro il 18 dicembre

IMU Saldo imposte sugli immobili entro il 18 dicembre applicando le aliquote IMU e TASI 2017 previste dalle delibere comunali del proprio Comune approvate nei termini stabiliti dalla legge e pubblicate sul sito delle Finanze. Tutte le indicazioni per il versamento della seconda rata a saldo sono contenute in un utile vademecum pubblicato online dal Dipartimento delle Finanze. => Saldo IMU e TASI 2018: aliquote e scadenze Innanzitutto, il termine: la normativa prevede che il saldo IMU e TASI venga effettuato ogni anno entro il 16 dicembre che però cade di sabato facendo quindi slittare...

Scadenze fiscali: proroga veloce dal Fisco

Proroga Tra i tanti emendamenti al decreto fiscale collegato alla Legge di Bilancio 2018 (D.L. n. 148/2017) approvati dalla Commissione Bilancio del Senato c’è anche quello che prevede la possibilità per l’Agenzia delle Entrate di emanare proroghe alle scadenze fiscali senza che intervenga un apposito D.P.C.M. (Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri). => Decreto fiscale con fiducia, tutte le novità Nell’emendamento i legge in particolare: “I termini per l’adempimento degli obblighi dichiarativi e comunicativi relativi ai tributi amministrati dall’Agenzia delle...

Saldo IMU-TASI: aliquote e scadenze

Tasse immobili E' iniziato il lento conto alla rovescia per il versamento della seconda rata a saldo 2017 di IMU e TASI: come di consueto il termine ultimo è il 16 dicembre. La prima cosa da fare è, come sempre, controllare le delibere: nel caso in cui il Comune abbia stabilito nuove aliquote di pagamento successivamente al versamento dell'acconto di giugno, è necessario effettuare un conguaglio rispetto a quanto versato il sede di acconto. Diversamente, nel caso in cui il Comune non abbia deliberato o lo avesse fatto fuori tempo utile, si andrà a pagare lo stesso importo della prima...

Redditi, più tempo per regolarizzare

Compliance Con riferimento alle lettere di compliance inviate dall’Agenzia delle Entrate, relativamente alle dichiarazioni di redditi 2013, il Fisco concede più tempo per procedere con la regolarizzazione: fino al 31 dicembre 2017, ovvero il 2 gennaio 2018, cadendo il 31 dicembre di domenica ed essendo il primo gennaio festivo. Una scadenza, inizialmente fissata al 2 ottobre, che riguarda esclusivamente i 300 mila contribuenti italiani che hanno ricevuto le comunicazioni inviate dall’Agenzia tra maggio, giugno e settembre e che ora hanno la possibilità di rispondere alle lettere di...

Split Payment, scadenze di ottobre

Scadenze fiscali Slitta al 31 ottobre la pubblicazione, prevista per lo scorso 20 ottobre, degli elenchi provvisori delle società controllate e quotate soggette alla disciplina dello split payment (cfr articolo 17-ter, Dpr 633/1972), il meccanismo per cui il fornitore non incassa l’IVA fatturata, che viene versata dall’Amministrazione direttamente al Fisco e che si applica verso tutte le PA verso le quali è obbligatoria la fatturazione elettronica. => Fatturazione elettronica: come funziona A darne notizia è lo stesso dipartimento delle Finanze, con un comunicato stampa pubblicato sul proprio...

Modello Redditi in scadenza: guida e novità

Scadenze Si avvicina la scadenza del 31 ottobre prevista per la presentazione delle dichiarazioni dei redditi con modello Redditi (ex UNICO) PF-SP-SC-EnC. In vista della scadenza fiscale l’Agenzia delle Entrate ha aggiornato il software di compilazione del modello Redditi SC 2017 ed i software di controllo del modello Redditi 2017. => Omessa dichiarazione dei redditi: ravvedimento e sanzioni Il software Redditi SC 2017, da utilizzare per la compilazione del modello Redditi SC 2017 e la creazione del relativo file da inviare telematicamente, è stato aggiornato alla versione 1.0.2 con le...

Sisma, proroga contributi sospesi

DL Terremoto Il decreto fiscale collegato alla manovra 2018 ha prorogato il sisma bonus: la sospensione del versamento di contributi previdenziali e assistenziali e dei premi per l’assicurazione obbligatoria non termina dunque il 30 ottobre 2017 ma prosegue fino al 31 maggio 2018. Lo slittamento è contenuto nell’articolo 2, comma 7, del Decreto Legge 148/2017, sul quale è intervenuto il messaggio INPS 4080/2017. => SIA aree sisma, requisiti e domanda La precedente norma (articolo 48, comma 13 del Dl 189/2016), aveva disposto la sospensione di questi adempimenti contributivi nei territori di...

Contributi sospesi, aziende alla cassa

Sisma Con il Messaggio n. 3898/2017 l’INPS ricorda alle imprese interessate dagli eventi sismici verificatisi nei territori delle Regioni Lazio, Marche, Umbria e Abruzzo (24 agosto 2016, 26 e 30 ottobre 2016 e 18 gennaio 2017), che il 30 settembre 2017 è terminata la sospensione dei termini relativi agli adempimenti ed ai versamenti dei contributi previdenziali ed assistenziali e dei premi per l’assicurazione obbligatoria prevista dall’art. 48 del D.L. n. 189/2016 a partire dalla data del suddetto evento calamitoso. Lo stesso decreto al comma 13 ha quindi fissato il termine per la...

Omessa dichiarazione dei redditi: ravvedimento e sanzioni

dichiarazione-redditi Ultima chiamata per la dichiarazione dei redditi 2017 il 25 ottobre, scadenza fiscale per la presentazione del modello 730 integrativo da parte dei contribuenti che avevano omesso o dimenticato oneri deducibili e detraibili nella dichiarazione di luglio. Stesso termine per chi non ha presentato il modello (730 o Redditi) nei termini di legge: può ancora porvi rimedio senza incorrere nelle sanzioni previste dalla normativa vigente per il reato di omessa dichiarazione. => 730 integrativo entro il 25 ottobre Reato di omessa dichiarazione Il reato di omessa dichiarazione dei redditi...

730 integrativo entro il 25 ottobre

Scadenza Si avvicina il termine ultimo per la presentazione del modello 730 integrativo o rettificativo da parte di coloro che si sono accorti di aver commesso errori nella dichiarazione dei redditi, o hanno omesso di inserire alcune spese, o ancora che non hanno proprio effettuato l'adempimento. => 730 2017: modello, istruzioni e scadenze  Il modello 730 rettificativo va presentato, rivolgendosi a chi ha prestato assistenza nella compilazione, nel caso in cui si riscontrino errori di compilazione o di calcolo nel modello 730 presentato a luglio. Il modello 730 integrativo va invece...

X
Se vuoi aggiornamenti su Scadenze Fiscali

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy