Licenziamenti

Controllo dipendenti pc, social e web: gli strumenti legali

Controllo dipendenti In alcuni casi i datori di lavoro hanno la facoltà di controllare i propri dipendenti al fine di individuare comportamenti illeciti, ma c'è una linea sottile che separa le condotte datoriali legittime da quelle che non lo sono e che vanno a ledere la privacy dei lavoratori. => I software di monitoraggio dei dipendenti Social network Le verifiche dei datori di lavoro in molti casi partono già dalle fasi del colloquio, andando a verificare i profili sui canali social, spesso proseguendo anche nel corso del rapporto di lavoro. Si tratta di un comportamento ritenuto lecito da parte...

Lavoro 2016, boom licenziamenti e precariato

Licenziamenti Rese note da parte del Ministero del Lavoro le statistiche relative al mercato del lavoro, previdenziale e di protezione sociale, dalle quali emerge che i licenziamenti nel secondo trimestre 2016 sono aumentati del +7,4% rispetto al secondo trimestre 2015. In particolare i licenziamenti sono stati 221.186, ovvero 15.264 in più rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso. => In pensione a 70 anni: il requisito trappola Sono aumentate del +8,1% le uscite promosse dal datore di lavoro, mentre si sono ridotte quelle chieste dal lavoratore (-24,9%) e le chiusure di contratto dovute...

Lavoro, il licenziamento per giustificato motivo

Licenziamenti La Riforma Monti-Fornero ed il Pacchetto Lavoro Letta degli scorsi anni hanno modificato la disciplina dei licenziamenti (in particolare per giustificato motivo oggettivo con risarcimento e senza reintegro). Il licenziamento individuale di un lavoratore con contratto di lavoro subordinato a tempo indeterminato può avvenire per giusta causa (ex art. 2119 del codice civile) o giustificato motivo di cui all'art. 3, L.604/1966. => Lavoro, contratti e licenziamenti: le ultime novità Il giustificato motivo Il licenziamento per giustificato motivo può riguardare uno o più lavoratori...

Giustificato motivo e non concorrenza

La mia azienda al 31/12 2016 ha attuato una cessione di ramo di azienda e, a noi viaggiatori piazzisti, è stato proposto: licenziamento da parte loro oppure lavoro a partita IVA o ancora lavoro presso altra azienda situata a 170 km di distanza con altra mansione, lì in sede senza rimborso né vitto o alloggio. Nel frattempo ho trovato impiego presso altra azienda concorrente ma ho un patto di non concorrenza in atto e, con la prima azienda, esco con un licenziamento per giustificato motivo oggettivo. La mia domanda è: il patto decade?

Dimissioni online, è allarme abbandono

Dimissioni Devono essere riviste le nuove norme sulle dimissioni online del lavoratore, introdotte dal Dlgs n. 151/2015 attuativo del Jobs Act ed in vigore dal 12 marzo 2016, con lo scopo di evitare il ricorso delle cosiddette dimissioni in bianco da parte dei datori di lavoro. Tale procedura risulterebbe infatti troppo costosa sia per le aziende che per i bilanci dello Stato. => Dimissioni in bianco addio: la nuova procedura da marzo A lanciare l'allarme è stato il Consiglio nazionale dell'Ordine dei consulenti del lavoro, in una lettera inviata al ministro del lavoro Giuliano Poletti, con la...

Milleproroghe 2016: le misure per il lavoro

Milleproroghe Niente tassa sui licenziamenti anche per il 2016 nel settore edile, l'integrazione contratti di solidarietà resta al 70%: sono misure previste dal decreto Milleproroghe 2016, in discussione alla Camera. Slitta al 31 dicembre 2016 l'applicazione del contributo di licenziamento ai casi di cambio di appalto e chiusura cantiere (quindi, per quest'anno continua a valere l'esenzione), e sale del 10% il trattamento di integrazione salariale della retribuzione persa in caso di contratti di solidarietà. Il decreto Milleproroghe 2016 ha terminato l'iter in commissione e da oggi, lunedì 8...

Assunzioni, stop a clausole sociali

Appalti Addio, con il Ddl delega sugli appalti pubblici, alle clausole sociali nei cambi di appalto: l’azienda che subentra non avrà più alcun vincolo di assumere il personale in forza nell’azienda cedente se l’organizzazione dell’impresa subentrante non ne ha bisogno, ad esempio perché ricorre in maniera maggiore della precedente alle tecnologie informatiche. => Codice Appalti: pronta la Riforma Il Disegno di legge delega sugli appalti pubblici ha ricevuto l'approvazione della Commissione Lavori Pubblici del Senato, dopo aver acquisito anche il parere del presidente dell’ANAC,...

Il nuovo contratto di solidarietà difensiva

Lavoro Novità in tema di contratti di solidarietà con il Dlgs di riforma degli ammortizzatori sociali, attuativo dello Jobs Act, approvato in via definitiva dal Consiglio dei Ministri: arriva l'orario ridotto per evitare licenziamenti. Si tratta, in dettaglio, del contratto di solidarietà difensiva che prevede l'intervento della Cassa integrazione guadagni straordinaria (CIGS) e consente alle imprese di ridurre l'orario di lavoro fino a una percentuale del 60% di quello normale, ma senza penalizzare la retribuzione dei dipendenti. => Riforma del Lavoro e Jobs Act 2014-2015: le...

Comporto e licenziamento del dipendente

Licenziamento In caso di malattia, il lavoratore ha diritto a conservare il proprio posto di lavoro per tutto il periodo (c.d. di comporto) come stabilito dalla legge o dalla contrattazione collettiva, nonché alla retribuzione o indennità prevista: durante tale periodo, il lavoratore non può essere licenziato se non per giusta causa. => Licenziamento per giustificato motivo Seppure ormai superata dalla contrattazione, resta in vigore come norma di chiusura l'art. 6, R.D.L. 13 novembre 1924 n. 1825, secondo cui in caso di malattia il dipendente ha diritto a conservare il posto di lavoro per 3 mesi...

Assenze dal lavoro: legittimo il licenziamento

Licenziamento Attenzione alle assenze strategiche sul lavoro da parte dei propri dipendenti, da oggi il loro posto di lavoro è a rischio: la Corte di Cassazione con la sentenza n.18678/2014 ha reso legittimo il licenziamento in questi casi anche se il lavoratore non ha superato il numero di giornate consentite di allontanamento dal lavoro. => Licenziamento per giustificato motivo Il caso Il caso riguardava un dipendente di una società di materiale edile di Chieti il quale aveva presentato ricorso contro il licenziamento intercorso per via delle sue numerose assenze per malattia...

X
Se vuoi aggiornamenti su Licenziamenti

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy