Google Instant: risultati in tempo reale

di Tullio Matteo Fanti

scritto il

Google Instant cambia il modo di utilizzare il motore di Mountain View, rendendo le ricerche più veloci e mirate. Diventa di conseguenza strategico sapersi ben posizionare nell'indice del motore

Google punta oltre il già collaudato Google Suggest (la funzione di completamento automatico dei testi di ricerca digitati all’interno del motore di ricerca) con la nuova funzionalità Google Instant, pensata per visualizzare dinamicamente i risultati delle ricerche mentre l’utente sta ancora digitando la sua richiesta. Il rapporto tra Query e SERP perde quindi la sua tipica staticità e le ricerche diventano più veloci e mirate; per le aziende diventa di conseguenza sempre più strategico sapersi ben posizionare all’interno dell’indice del motore.

Google Instant rende quasi inutile cliccare sul pulsante “Cerca”, in quanto i link mostrati a video si aggiornano dinamicamente mentre l’utente digita le singole lettere delle parole chiave, arrivando così a mostrare il risultato più appropriato durante il processo di digitazione. Ciò comporta un certo risparmio di tempo nelle ricerche, che Google stima in un range compreso tra due e cinque secondi. Nel dettaglio, secondo i cervelloni di Mountain View, il tempo risparmiato su scala globale sarebbe di 3,5 miliardi di secondi ogni giorno, pari a qualcosa come 111 anni in tempo umano risparmiati ogni giorno.

Nel complesso, le funzionalità introdotte da Google Instant puntano ad offrire risultati dinamici alle ricerche uniti ad evoluti algoritmi di previsione, che cercano di identificare le chiavi di ricerca più significative ancor prima che l’utente abbia terminato di digitarle. Inoltre, risulta possibile scorrere i risultati e le previsioni tramite il tasto “Freccia Giù”.

Come riportato all’interno di Google Blog Italia, la nuova funzionalità è già disponibile di default su google.com in inglese e tramite login con account Google in Germania, Francia, Spagna, Italia e Regno Unito (è possibile comunque effettuare l’opt-out dal servizio tramite impostazioni di ricerca).

In ultima analisi, Google Instant è destinato a cambiare il modo in cui gli utenti finali effettuano le ricerche su Internet: la visualizzazione immediata dei risultati e il processo di affinamento delle parole chiave velocizza inevitabilmente le ricerche, al punto da rendere quasi inutile passare oltre la prima pagina della SERP. Per le aziende sapersi ben posizionare su Google diventa così d’ora in poi un fattore fondamentale: chi è mal posizionato verrà sempre più facilmente ignorato.