IBM promuove la Social collaboration in ufficio

di Tullio Matteo Fanti

scritto il

IBM annuncia una nuova linea di servizi di Enterprise Adaptability per aiutare le imprese ad utilizzare al meglio gli strumenti di collaborazione e di social networking

IBM si impegna ai aiutare le aziende nell’utilizzo sempre più efficace degli strumenti di collaborazione e social networking attraverso l’introduzione di una nuova linea di servizi di Enterprise Adaptability basati sull’esperienza della società nell’ambito delle tecnologie Web 2.0. Obiettivo finale, fornire nuovi strumenti per massimizzare le prestazione e gestire le competenze all’interno delle aziende.

I servizi di Enterprise Adaptability prevedono tre fasi – attraverso le quali migliorare l’utilizzo degli strumenti collaborativi e di social networking – basate sull’utilizzo di nuovi programmi di comunicazione, sull’identificazione automatica delle competenze chiave e sull’analisi dei social network.

La prima fase, ovvero la pianificazione, consiste nell’analisi dello schema di interazione esistente tra gli impiegati, i partner e i clienti delle aziende, allo scopo di implementare le competenze nell’ambito della collaborazione e del social networking.

La seconda fase, denominata adozione, prevede eventi collaborativi online quali vasti Jam o piccoli incontri di dipartimento, atti a facilitare le tecnologie di social networking e collaborazione, mentre la fase dell’implementazione permette di velocizzare l’adozione in ambito aziendale delle suddette tecnologie.

«Il social software sta rivoluzionando il modo in cui le organizzazioni interagiscono con clienti, partner e personale» ha dichiarato Michael Rhodin General Manager, IBM Lotus Software. «Man mano che l’avanzare della globalizzazione comporta una dispersione delle competenze e delle operazioni di business, diventa sempre più essenziale per le organizzazioni di tutte le dimensioni riuscire a realizzare il valore e il potenziale degli strumenti di collaborazione».