Tratto dallo speciale:

Internet mobile 2.0 fa boom

di Noemi Ricci

scritto il

Secondo un'indagine svolta da Opera, il cellulare si conferma sempre più uno strumento di accesso al Web. Spazio alle applicazioni 2.0 e interazioni via MySpace o Facebook

Cresce il mercato dei lavoratori mobili, sempre più numerosi secondo IDC: raggiungeranno quota un miliardo nel 2011, pari a una quota del 30% dell’intera forza lavoro mondiale.

Per questa fascia d’utenza, la possibilità di essere sempre connessi ad Internet diventa di fondamentale importanza e il modo più semplice comincia a diventare il cellulare.

I telefonini di nuova generazione sono in grado di accedere a molti servizi in rete come news, finanza online, quotazioni di Borsa e posta elettronica.

Per qusto motivo aumentano gli Internet provider che – oltre a queste funzioni – iniziano a puntare anche su soluzioni di mobile web personalizzabili, pensati per specifiche esigenze, forti del crescente utilizzo da parte degli mutenti dell’accesso mobile.

A confermarlo è anche una recente indagine Opera, produttore svedese di programmi informatici: a piacere sono in particolare gli scambi sociali tramite MySpace o Facebook.

Sembra infatti che ben il 40% del traffico mobile mondiale transiti su reti sociali, seguito da un 20% che passa per motori di ricerca e portali informativi.

Piacciono soprattutto a Statunitensi, Sudafricani e Indonesiani, dove la percentuale arriva al 60%. I motori di ricerca sono invece la prima scelta dei Cinesi.
Invece, il cellulare è ancora poco utilizzato per accedere ad Internet in Gran Bretagna e Germania, ma la fiducia non manca: I primi scelgono in primo luogo la posta elettronica, il commercio online i secondi.