Tratto dallo speciale:

WiMax: le offerte Linkem e Aria

di Marco Mattioli

scritto il

Arrivano le prime proposte nel settore WiMax da parte dei principali aggiudicatari delle licenze: le offerte Linkem e Aria in dettaglio

Di WiMax si è tanto discusso nei mesi scorsi, tra dubbi, curiosità e forte interesse da parte di operatori Tlc e fruitori della nuova tecnologia. E dopo tante voci, arrivano finalmente le prime proposte tariffarie concrete rivolte anche al mondo aziendale, sulle quali si può iniziare a ragionare per valutare un primo impatto tra l’utenza.

Linkem e Aria (ex AriaDSL) si sono rivelate assolute protagoniste nella corsa all’assegnazione delle licenze nel Paese, surclassando compagnie ben più quotate quali Telecom, Mediaset e Wind.
La finalità principale è di offrire servizi di fonia e connettività a banda larga, insistendo in particolare sulla semplicità d’uso della nuova tecnologia wireless e sulla trasparenza delle opzioni tariffarie. Denominatore comune, l’indipendenza da una linea telefonica preesistente e dal canone Telecom, unitamente alla procedura snella per l’acquisizione e la configurazione del sistema.

La disponibilità di pratici modem radio costituiti da un box o da una card facilita la connettività mobile, a patto naturalmente di avere copertura in termini di segnale. In questo modo viene inoltre favorita la produttività, in quanto si schiude la possibilità di utilizzare il medesimo profilo in ufficio, nella propria abitazione e, perché no, nei luoghi aperti, evitando anche di dover pagare due abbonamenti per due sedi distinte.

Con Linkem si è poi in grado di sfruttare gratuitamente gli oltre 600 hotspot Wi-Fi distribuiti sul territorio nazionale, senza limiti di traffico e tempo, rendendo più versatili le soluzioni proposte.

Sul piano tecnico, questo provider rende disponibili due unità di collegamento:

  • MAX box, modem WiMax da tavolo per il collegamento di un PC e di un apparecchio telefonico standard
  • MAX card, PC card dedicata ai notebook per lavorare in mobilità.

Queste sono richiedibili insieme, a 3 euro al mese, mentre con 20 euro una tantum si può ricevere un box Wi-Fi che funge anche da router. Analizziamo nel dettaglio le cosiddette proposte MAX

.

MAX 20 include una connessione con velocità massima di 7 Mbps in downstream e di 1 Mbps in upstream, senza limiti di tempo e di traffico.
Il canone mensile è pari a 20 euro con modem radio incluso gratuitamente, con fatturazione bimestrale anticipata. È previsto un contributo di attivazione di 50 euro con pagamento mediante addebito diretto su conto corrente oppure di 100 euro se il pagamento viene effettuato con bollettino postale.

MAX 30, con il canone mensile di 30 euro aggiunge alla precedente il servizio di fonia, con le seguenti tariffe (IVA inclusa):

  • Chiamate gratis verso direttrici fisse nazionali;
  • Chiamate senza scatto alla risposta verso direttrici mobili nazionali a 0,20 euro al minuto;
  • Chiamate senza scatto alla risposta verso direttrici internazionali a 0,15 – 0,30 – 0,45 – 1 euro al minuto in funzione dell’area geografica di destinazione;
  • Chiamate senza scatto alla risposta verso numeri speciali a 1 euro al minuto;
  • Chiamate gratis verso numeri verdi, numeri d’emergenza e clienti MAX.

MAX 45 estende ulteriormente il pacchetto fonia, applicando un canone mensile di 45 euro ed includendo 3 ore di chiamate verso i cellulari:

  • Chiamate gratis verso direttrici fisse nazionali;
  • Chiamate senza scatto alla risposta verso direttrici mobili nazionali, fino a 3 ore al mese gratis, poi 0,20 euro al minuto;
  • Chiamate verso direttrici internazionali senza scatto alla risposta a 0,15 – 0,30 – 0,45 – 1 euro al minuto in funzione dell’area geografica di destinazione;
  • Chiamate senza scatto alla risposta verso numeri speciali ad 1 euro al minuto;
  • Chiamate gratis verso numeri verdi, numeri d’emergenza e clienti MAX.

Il costo delle chiamate viene calcolato sugli effettivi minuti di conversazione, arrotondati al minuto superiore. Se si decide di recedere dal contratto prima di 24 mesi dalla data di sottoscrizione è previsto un addebito di 50 euro. Occorre poi tenere presente che, indipendentemente dal profilo scelto, il prezzo resterà bloccato dal provider per tre anni.

Per aderire ad una delle offerte è possibile compilare un modulo online, contattare direttamente un operatore telefonico presso il call center al numero verde 800 546 536 oppure recarsi presso un rivenditore MAX e compilare il modulo contrattuale.

Per quanto concerne la disponibilità di profili rivolti alle aziende, a sua volta Aria propone tre offerte flat, insistendo su uno degli aspetti di maggiore rilievo delle specifiche WiMAX e cioè la presumibile estensione della copertura alle zone solitamente trascurate dalle connessioni via cavo, come quelle rurali e montane.

Occorre precisare che attualmente si tratta ancora di offerte pre-WiMAX, con copertura di zone che attualmente appartengono a Umbria, Bassa Toscana e Alto Lazio.

Aria Entry 2Mbit consente di raggiungere il valore massimo di velocità di connessione di 2 Mbps sia in upload che in download, con la banda minima garantita di 230 Kbps. Il canone mensile previsto è pari a 40 euro + IVA.

Aria Office 4Mbit eleva a 4 Mbps il valore massimo in upload/download e porta a 340 Kbps la banda minima garantita. Il canone mensile è pari a 70 euro, IVA esclusa.

Aria Enterprise 4Mbit rispetto alla tariffa precedente aumenta la banda minima garantita a 480 Kbps, per un costo mensile di 120 euro + IVA.

A ciascuno dei tre profili è possibile associare servizi di fonia comprensivi di una linea telefonica e di un insieme di minuti gratuiti verso Italia ed altre importanti direttrici internazionali, con canoni mensili rispettivamente di 59, 119 e 190 euro + IVA.

Sul sito è scaricabile una pratica guida all’installazione del kit comprendente l’antenna parabolica a griglia per la ricezione del segnale proveniente dalla stazione base ed il modulo di interfacciamento al computer con il relativo software di gestione.

La banda minima garantita è un parametro da tenere in considerazione per valutare quale possa essere il “caso peggiore” in termini di qualità di connessione, rapportandola alle differenze di prezzo che valori maggiori necessariamente implicano.

Occorre inoltre tenere presente che il servizio è in fase iniziale e le aree in cui è possibile attivarlo sono ancora limitate.

Per Linkem, al momento le zone di copertura fanno parte delle regioni Lombardia e Puglia, mentre in Veneto, Lazio e Calabria la connettività dovrebbe arrivare entro fine 2008. Per le altre regioni non vi sono previsioni certe sulla prossima attivazione. È comunque disponibile un form per verificare la disponibilità in base al Comune di appartenenza.

Per conoscere le zone di copertura di Aria per il servizio wireless è anche in questo caso disponibile un form ed in caso negativo si può compilare un modulo di contatto, inviare un messaggio a info@in-aria.it o contattare il numero 075-7827896.