Tratto dallo speciale:

Dispositivi di guida intelligente per flotte aziendali

di Francesca Vinciarelli

scritto il

Indagine sui dispositivi di guida intelligente nelle flotte aziendali: focus sui servizi per la sicurezza e la riduzione dei costi.

I dispositivi di guida intelligente sono tutti quei dispositivi tecnologici che aiutano i conducenti di un veicolo nella fase di guida. Principalmente sono dispositivi di sicurezza, che contribuiscono ad evitare il verificarsi di incidenti, ma costituiscono ormai anche un elemento di comfort, rendendo la guida più piacevole. Per queste ragioni è quasi inevitabile trovarli anche all’interno delle flotte aziendali ed in particolare nel 63% dei casi.

Ad affermarlo è una recente indagine realizzata realizzata dal Corporate Vehicle Observatory di Arval Italia in collaborazione con Econometrica e titolata  “I dispositivi di guida intelligente”.

Nello specifico, gli intervistati hanno dichiarato che avere all’interno della propria flotta aziendale vetture intelligenti rende più efficiente l’impiego dei mezzi, garantendo anche un risparmio sui costi a carico dell’azienda.

=> Flotte aziendali: prezzo e sicurezza prima di tutto

Quest’ultimo aspetto risulta più chiaro se si esplicita che il dispositivo considerato più utile è quello di rilevamento stanchezza del guidatore (83%), parimenti alla frenata automatica in caso di emergenza (per l’83%) e al dispositivo che agevola il mantenimento della distanza di sicurezza dal veicolo che precede (per l’82%). Molto diffusi anche il dispositivo di segnalazione della presenza di veicoli nell’angolo cieco del guidatore (79%) e alla chiamata automatica in caso di emergenza (79%).

In questo modo, il Total Cost of Ownership (TCO), ovvero il costo complessivo della flotta considerando tutti gli aspetti, viene quindi migliorato nonostante in alcuni casi il noleggio di una vettura intelligente può essere superiore ad una standard.

=> Calcolare il costo di esercizio di un automobile

“La diffusione di “auto intelligenti” è sempre più capillare anche all’interno delle flotte aziendali. Tali tipologie di veicoli – dichiara Alessandro Torchio, Head of Consulting & CVO di Arval Italia – contribuiscono a rendere le flotte più efficienti e ad aumentare la soddisfazione dei driver: la multimedialità e l’assistenza alla guida generano, infatti, un miglioramento dei comportamenti alla guida e una maggiore sicurezza e, come conseguenza ulteriore, un’ottimizzazione dei costi di gestione dell’intera flotta”.

.