Amazon, due nuovi Kindle a prezzi bassi

di Barbara Weisz

scritto il

La società di Seattle da fine agosto venderà una nuova versione dell'e-reader in 3G, sempre a 189 dlr, e un nuovo device solo WiFi a 139 dlr

«È più piccolo, più luminoso, più veloce». Così Jeff Bezos, il numero uno di Amazon, presenta la nuova generazione di Kindle, l’e-reader della società di Seattle che arriverà nei negozi a partire dalla fine del prossimo mese di agosto. Alle specifiche tecniche e di design si somma una caratteristica di sicuro interesse per i consumatori, il prezzo. Il modello 3G, anche nell’ultima rinnovata versione, resta scontato a 189 dollari. E arriva anche una nuova versione del dispositivo, con la sola connettività WiFi, che costa ancora meno, 139 dollari.

Si tratta di tariffe molto più basse di quelle dell’iPad, che però è un device più complesso, e convenienti anche rispetto a quelle di prodotti simili, come per esempio il Nook di Barnes and Noble.

Sul sito di Amazon è già possibile fare i preordini, dal 27 agosto il device sarà commercializzato nei negozi americani e di altri 140 paesi. Il nuovo Kindle 3G ha come il precedente uno schermo da sei pollici, ma è il 21% più sottile, il 15% più leggero, ha un contrasto migliorato del 50%, e scorre le pagine con il 20% di velocità in più. Le batterie durano più di un mese, e l’archivio interno è stato ampliato a 3mila 500 ebooks (prima ne conteneva circa la metà).

È disponibile in due colori, grafite e bianco. Il modello più economico, con la sola connettività WiFi, serve per collegarsi e scaricare libri da un ambiente in cui è presente la rete, mentre non è adatto per chi ha l’esigenza di collegarsi sempre scaricando materiale aggiornato da tutto il mondo.

La segmentazione di prezzo è innanzitutto una mossa commerciale. Lo stesso Bezos ha spiegato che si tratta di «un prodotto di massa» e ha auspicato che ogni famiglia possa acquistarne più di uno. Il prezzo è molto vicino, ma ancora superiore, ai 99 dollari che in generale gli analisti d’oltreoceano indicano per poter considerare gli e-reader prodotti destinati al consumo di massa.

In genere, da quando il Kindle è stato lanciato nel 2007, la società è più volte intervenuta sul prezzo, che inizialmente era di 359 dollari. L’ultimo, recente ribasso ha portato il costo da 259 a 189, livello che rimane invariato anche in questa ultima versione. C’è anche una promozione, per cui chi ha acquistato un Kindle negli ultimi 30 giorni può chiedere di sostituirlo con un device di nuova generazione.

Una strategia aggressiva, dunque, in un segmento di mercato in cui il Kindle è stato il primo prodotto, poi seguito da altri apparecchi, per esempio di Sony e Barnes and Noble. Ultimo uscito, l’iPad di Apple, che però non è un semplice e-reader e si colloca in una fascia di prezzo molto più alta (il più economico costa circa 500 dollari).

Mentre si conoscono i dati di vendita di Cupertino, che ha dichiarato di aver smerciato più di tre milioni di iPad dal lancio di aprile, Amazon non fornisce cifre precise sull’andamento delle proprie vendite. La società si limita a sottolineare che sono “milioni” le persone che lo utilizzano e a sottolineare che si tratta del prodotto più venduto negli ultimi due anni su Amazon.com. Bezos aggiunge anche che da quando il prezzo è stato abbassato, le vendite sono triplicate.