Focus su Samsung Galaxy Tab 10.1

di Marco Mattioli

scritto il

10,1 pollici, Tegra 2 e Honeycomb: nuova sfida dall?azienda coreana.

Il 2011 si sta confermando un anno davvero prolifico per il settore dei tablet, grazie sia al consolidamento dell’iPad che al proliferare di device basati su Android sviluppati da un ampio insieme di produttori.

Tra quelli maggiormente attesi vi è Samsung Galaxy Tab 10.1, proposto quale successore del precedente modello con display da 7 pollici.

L’estensione del nome rivela la presenza di uno schermo ampio 10.1 pollici, con l’evidente intento di proporsi quale concorrente del tablet di Apple.

Tra le sue principali caratteristiche la casa madre sottolinea inoltre il potente chipset dual core Tegra 2, la nuova versione 3.0 (Honeycomb) del sistema operativo dedicata ai tablet e la presenza di una sezione audio di qualità composta da due altoparlanti con effetto surround.

La dotazione hardware e software di questo nuovo apparecchio viene completata da un insieme di specifiche che lo rendono davvero interessante. La connettività dati può contare sui moduli Wi-Fi 802.11 b/g/n e HSPA+ (21 Mbps), rivelando un’ottima flessibilità operativa. La fotocamera posteriore da 8 megapixel consente di effettuare riprese video HD (720p), mentre il playback è eseguibile in Full HD (1080p).

Vi è l’alloggiamento anche per una fotocamera anteriore da 2 megapixel indirizzata alle videochiamate. Non manca inoltre l’A-GPS, interfacciabile al servizio di navigazione legato a Google Maps. Sono fruibili anche tutti i principali servizi erogati dalla grande G, quali Gmail, Calendar, Books, G-talk e YouTube.

Per quanto concerne il software non va dimenticata la presenza dell’ottimo browser, il quale si presta per un rendering veloce delle pagine e fornisce un pieno supporto alla tecnologia Flash 10.1. Un fattore significativo per rendere Samsung Galaxy Tab 10.1 competitivo sul mercato sarà comunque rappresentato dal prezzo di vendita.