IT in azienda, i trend del 2012

di Barbara Weisz

scritto il

Secondo Symantec, l'organizzazione dati e il cloud emergeranno nel 2012 nelle strategie IT delle aziende: backup, information governance, recovery.

L’organizzazione dei dati, la loro protezione, la sicurezza, la semplificazione delle procedure, e, naturalmente, la nuvola. Sono questi i segmenti dell’It che la faranno da protagonisti nel 2012 secondo Symantec. Per dirla in linguaggio tecnico, le parole d’ordine saranno backup, information governance, disaster ricovery, cloud computing.

Innanzitutto, spiegano gli esperti di Symantec, azienda attiva nello storage e nella protezione dei dati, sono « finiti i giorni in cui le aziende potevano permettersi una gestione separata dello storage e del backup per server fisici e virtuali». Si va verso la standardizzazione su strumenti che funzionino sia su piattaforme fisiche che virtuali. Ma vediamo uno per uno i trend 2012 in materia di tecnologie in azienda che vengono individuati:

  • Il Backup. Si tratta di un segmento di mercato che sembrava ormai maturo e che invece ora viene visto in rapida crescita. Le nuove tecnologie introdotte dai vendor per proteggere i dati comportano notevoli risparmi per le aziende, che quindi dimostrano interesse. Le imprese che utilizzano diversi strumenti di backup per ciascuna piattaforma hanno invece generato un livello di complessità moltodifficile da gestire. Vicenevrsa il modello vincente prevede la centralizzazione dei sistemi, soprattutto per chi ha in proagramma di investire molto nel cloud.
  • Information Governance. Secondo Symantec, questa diventerà un’espressione di moda. Si tratta di ottimizzare il controllo su rischi e costi della potezione dei dati: un sistema efficiente permette di adottare con facilità nuove tecnologie mobili, cloud, social media. Viceversa, secondo questa analisi, le aziende che non riusciranno a controllare e a proteggere i loro dati non saranno in grado di adottare nuove tecnologie e spenderanno di più per la conformità e l’eDiscovery.
  • Il disaster recovery. Il 2011 ha visto un incremento dei casi di “disastri” e perdite ingenti di dati, e nel 2012 sembra esserci un’alta probabilità che alle aziende serva incrementare i propri piani di disaster recovery. In realtà, secondo Symnatec i tradizionali piani non serviranno più, le imprese devono pensare ad automatizzare la recovery e a fare meno affidamento sul personale.
  • Infine, il cloud. Secondo il report, «non è possibile acquistare l’hardware e aspettarsi di avere improvvisamente un ambiente di cloud computing». Il cloud si incentra sempre più sulle persone e sui processi, e in generale le aziende devono tenerne conto, cambiando il modo in cui acquistrano l‘It, lo consumano, lo organizzano per fornire i servizi cloud.