Aggiornare software non-Microsoft? Con GFI LANguard, il segugio delle patch

di Giacomo Dotta

scritto il

GFI Software ha rilasciato una nuova versione di GFI LANguard per facilitare l'aggiornamento dei software non-Microsoft in uso

Aggiornare prodotti Microsoft in azienda è un processo relativamente semplice che, in assenza di specifici problemi, è possibile compiere con una facile installazione. Microsoft Update è il riferimento ufficiale: controlla i prodotti in uso, identifica le patch necessarie e le installa. Per tutto quel che è il mondo non-Microsoft, invece, l’aggiornamento può essere più complesso poichè frammentato su una moltitudine di software, nomi, aziende e versioni.

Per facilitare questo onere, evitando peraltro di dimenticare o trascurare vulnerabilità di cui non si viene a conoscenza, la GFI Software propone la nuova versione del proprio GFI LANguard pensato specificatamente per infrastrutture di Piccole e Medie Aziende.

«Sono oltre 15.000 le valutazioni di vulnerabilità che vengono eseguite durante la scansione della rete di GFI LANguard, compresi gli ambienti virtuali e una volta completata, la funzionalità di gestione delle patch consente agli amministratori di implementare e gestire le patch e gli aggiornamenti di sicurezza su tutte le macchine presenti in rete. Le informazioni hardware possono essere recuperate e, grazie ad analisi comparative, è possibile controllare le modifiche non autorizzate». Spiega il gruppo con specifico comunicato: «Con questa ultima versione, gli amministratori di rete e di sistema possono portare le richieste di gestione di patch un passo avanti, rilevando, scaricando e implementando le patch mancanti di prodotti software popolari non Microsoft e applicazioni quali Acrobat Reader, Adobe Acrobat, Adobe Flash, Adobe Shockwave Player, Firefox, Thunderbird, Java Runtime e altri ancora».

Il software si propone quindi di controllare con processi automatici il riscontro di vecchie versioni vulnerabili dei maggiori software in uso, permettendo così agli amministratori di aggiornare con facilità l’intera strumentazione dell’azienda. Walter Scott, CEO GFI Software, dà la sua parola: «GFI LANguard rappresenta sicuramente la scelta degli amministratori che desiderano proteggere le proprie reti. Ora possono garantire che altri prodotti software popolari installati sui loro sistemi, al di là dei prodotti Microsoft, siano aggiornati all ‘ ultima versione disponibile e dispongano delle patch di sicurezza più recenti».

I Video di PMI

Guida ISEE: compilazione DSU