Rete: cosa si è visto a SMAU 2007

di Alessandro Vinciarelli

scritto il

I dispositivi di rete per lo storage, la scansione e la stampa: i prodotti di Iomega, Canon ed Epson visti nell'edizione 2007 dello Smau

La recente edizione dello SMAU 2007 di Milano ha offerto l’occasione di approfondire le conoscenze circa i dispositivi aziendali di rete utili a migliorare la produttività e, allo stesso tempo, diminuire il consumo energetico e le spese di manutenzione.

Stiamo parlando principalmente dei dispositivi di rete che utilizzano tutti i dipendenti con frequenza giornaliera, ovvero stampanti e scanner di rete, oppure sistemi di memorizzazione centralizzata.

Allo SMAU i diversi competitor in tale ambito si sono dati battaglia, proponendo nei loro stand i prodotti più innovativi, in alcuni casi ancora non disponibili sul mercato. In questo articolo ci limiteremo a proporre la panoramica solamente di alcuni prodotti che hanno attirato la nostra attenzione.

Storage: Iomega

Partiamo da Iomega che, assieme al partner Trilogy, nel corso dello SMAU, ha presentato la sua nuova gamma di di prodotti e servizi dedicata allo storage per l’home office e le piccole e medie imprese.

Tra le novità sia prodotti dedicati alle piccole realtà che quelle dedicate ad aziende con maggiori esigenze di memorizzazione. Nel primo caso parliamo di Home Network Hard Drive, che si attestano a dimensioni contenute che variano dal modello entry-level con 35GB di spazio a disposizione fino a quello più capiente che contiene fino a 70GB. Per tutto ciò che invece esula dall’home office sono disponibili i nuovi Iomega StorCenter Network Hard Drive, disponibili in tre differenti modelli che variano da 500GB a 1TB. Il dispositivo di rete possiede le soluzioni di connessione di base ed offre agli utilizzatori un comodo punto centralizzato per la memorizzazione affidabile di piccole e medie imprese, ad esempio attraverso il protocollo SMB.

Come abbiamo potuto osservare dalla panoramica dei prodotti siamo di fronte a supporti dalle dimensioni contenute rispetto a quelli disponibili sul mercato. Tuttavia il prezzo e la versatilità di questi dispositivi hanno dato fiducia a Iomega che ora cerca di proporli al grande pubblico.

Lo stesso stand ha presentato altri dispositivi, stavolta con pretese e quindi tecnologie differenti e più adatte ad un infrastruttura aziendale con un discreto numero di utenti. Stiamo parlando delle soluzioni di Network Area Storage tra le quali annoveriamo lo Iomega StorCenter Pro NAS 150d Server 3TB, lo Iomega StorCenter Pro NAS 250d Server e lo Iomega StorCenter Pro NAS 200r Server.

Figura 1: StorCenter Pro NAS 150d Server 3TB

StorCenter Pro NAS 150d Server 3TB

Il primo dei tre costituisce la soluzione dal carattere più economico ed ha una capacità complessiva massima di 3TB che si ottiene collegando fino a quattro dischi rigidi da 750GB ciascuno. Il 250d può invece contenere fino a 1.5TB utilizzando tre hard disk da 500GB e permette tre diverse configurazioni RAID, in particolare sono le RAID 5, 0 e 1. L’ultimo della famiglia, il 200r Server, ha una fisionomia diversa dai fratelli appena descritti in quanto può essere montato su un rack per server. La sua capacità complessiva arriva fino a 1TB, ma la sua caratteristica aggiuntiva è quella di possedere le funzionalità di Print Serving. In particolare il sistema operativo in dotazione, ovvero Microsoft Windows Storage Server 2003 R2 Workgroup, consente di gestire fino a cinque stampanti collegate o, nel caso decidessimo di acquistare un aggiornamento di Windows Print Server, di un numero illimitato di stampanti.

I dischi contenuti in tutti i dispositivi, che supportano i principali sistemi operativi Windows, Linux e Mac OS, possono essere sostituiti a caldo e possono essere collegati alla rete attraverso una, o due a seconda dei modelli, schede di rete LAN.

Scansione: Canon

Discostandoci un po’ dal mondo dei sistemi di memorizzazione centralizzati passiamo ad un’altra serie di prodotti utilizzabili nella nostra rete aziendale, quelli relativi alla stampa e alla scansione di rete.

Il primo produttore che tratteremo è Canon che conferma la propria presenza a SMAU 2007 proponendo uno stand principalmente dedicato al mercato aziendale, office e professional. In particolare, i due prodotti di cui Canon Business ha voluto sottolinearne la presenza sono due scanner fronte-retro a colori in formato A4, lo ScanFront 220 e lo ScanFront 220P (Professional), collegabili direttamente all’infrastruttura di rete aziendale.

Figura 2: Scanner di rete – ScanFront 220P

Scanner di rete - ScanFront 220P

Come si può ben intuire, la potenzialità di questi due dispositivi sta nel fatto che ogni scansione effettuata può essere propagata ai dispositivi e ai computer aziendali attraverso la propria infrastruttura di rete. In altre parole, senza la necessità di configurare altre apparecchiature, o acquistare software aggiuntivo è possibile acquisire le immagini e recapitarle direttamente via mail, oppure in cartelle di rete condivise, o ancora verso indirizzi FTP o periferiche USB. La rapidità di utilizzo permette ad uno ScanFront, ad esempio presente in segreteria, di inviare immediatamente il documento scansionato al destinatario senza l’esigenza di inserire manualmente l’indirizzo e-mail appropriato. Entrambe le macchine infatti offrono una particolare funzione, chiamata scan-to-email, che offre all’utilizzatore un comodo accesso alla rubrica personale oppure a quella aziendale implementata attraverso una gerarchia LDAP (Lightweight Directory Access Protocol).

Ovviamente le caratteristiche tecniche di questi due modelli sono assolutamente avanzate. Nella fattispecie entrambi hanno risoluzione ottica di 600 dpi x 600 dpi con modalità di scansione a passata singola e doppia,

La velocità è di 26 pagine o 35 immagini al minuto con un ADF (Alimentatore automatico documenti) di 50 fogli e possono gestire fino a 1000 scansioni al giorno, mentre il massimo formato di documento supportato è di 216mm x 356mm. I protocolli di data link sono Ethernet e Fast Ethernet, mentre il protocollo di supporto è Ftp e Smb. Sono presenti inoltre due interfacce per Hi-Speed USB, una per Ethernet 10Base-T/100Base-TXGenerale, una per tastiera (tipo PS/2), una per mouse (tipo PS/2).

Entrambi touch screen (da 8,5″ integrato), ScanFront 220 Professional si differenzia dal modello “Base” per la disponibilità di due opzioni, un comodo sensore “fingerprint reader”, per il riconoscimento dell’impronta digitale dell’utente, da utilizzare nella fase di LOGIN e la disponibilità dei Sensori ad Ultrasuoni per il riconoscimento dell’eventuale doppio pescaggio dei fogli (“ultra-sonic double feed detection”).

Per concludere il capitolo Canon aggiungiamo solamente che la presentazione di nuovi modelli di multifunzione in bianco e nero ha ampliato il già diversificato organico dei prodotti. In particolare i modelli iR sono dedicati in modo specifico alle aziende di ogni dimensione ed offrono grandi prestazioni con un ottimo rapporto di prezzo. Anche in questo caso la connessione con la presente infrastruttura IT è “indolore” e le funzionalità permettono l’invio di mail con le scansioni in allegato e la consegna in cartelle condivise. La velocità di stampa varia, a secondo della configurazione e dei modelli tra le 18 e le 30 pagine al minuto ed ognuno dei prodotti offre una comoda interfaccia touch screen per rendere ancora più efficiente il processo di stampe e scansione.

Stampa: Epson

L’altro principale competitor tra i produttori di prodotti di rete per la stampa è sicuramente Epson che allo SMAU 2007 ha presentato, rimanendo in linea con l’impostazione della fiera, un’ampia gamma di soluzioni concrete per le esigenze dell’ufficio moderno.

La soluzione che abbiamo approfondito durante la fiera verrà presentata rapidamente in quanto riguarda la stampa in ambito aziendale a livello generale e non strettamente correlata alle tematiche dei dispositivi di rete. Si tratta della nuova stampante ink jet business personale, la Stylus D120, che mette insieme la convenienza di una stampante laser monocromatica con i vantaggi della stampa ink jet a colori dal prezzo consigliato di 99 euro.

Figura 3: Epson Stylus D120

Epson Stylus D120

La Stylus D120 è una stampante a quattro colori in grado di stampare testi di qualità laser, grafica e foto dai colori brillanti, è dotata di un nuovo meccanismo della testina di stampa Epson Micro Piezo che garantiscono un’estrema accuratezza nella stampa. La velocità è di 37ppm in bianco e nero e 20ppm a colori. Grazie al sistema di cartucce di inchiostro separate Epson, si sostituisce solo la cartuccia esaurita.

Le elevate velocità e qualità di stampa con un ridotto consumo energetico (certificata dal programma internazionale ENERGY STAR) sono garantite dall’esclusivo sistema a due cartucce per il nero (Dual Black Ink) – che permette di aumentare le velocità di stampa – e dalla tecnologia degli inchiostri DURABrite: si asciugano rapidamente e resistono alle sbavature, all’acqua e perfino all’evidenziatore. Infine, ricordiamo che la stampante Epson Stylus D120 risulta molto versatile anche nel caso di stampa di immagini perché adatta anche alla stampa fotografica, stampando foto da 10x15cm in soli 42 secondi.

I Video di PMI

E-shop: come presentare al meglio i prodotti