Decreto del Fare: le novità per i cittadini

di Teresa Barone

scritto il

Le principali novità per i cittadini contenute nel Decreto del Fare varato dal Governo Letta: Agenda Digitale, Equitalia, pagamenti PA e pignoramento prima casa.

Il 15 giungo scorso il Consiglio dei Ministri ha varato il Decreto del Fare: 80 articoli che hanno come unico obiettivo quello di rilanciare l?economia del Paese.

=> Scopri le linee guida del Governo Letta

Il testo approvato dal Governo Letta contiene numerose novità per il mondo imprenditoriale, ma non mancano alcune misure destinate ai cittadini e volte principalmente a semplificare le pratiche burocratiche e la gestione delle finanze personali.

Passando in rassegna i punti chiave del decreto, si parte con la decisione del CdM di rendere non pignorabile la prima casa per chi ha debiti con il fisco fino a 120mila euro, fatta eccezione per le abitazioni di lusso.

Sempre a favore dei cittadini debitori con il fisco, le rate di Equitalia potranno essere dilazionate fino a 120 pagamenti (contro i 72 concessi precedentemente) e versate anche in modo non consecutivo.

=> Leggi le novità di Equitalia in materia di rate e pignoramenti

Per le spese relative all?energia elettrica è previsto un taglio pari a 550 milioni di euro, mentre viene introdotto in via sperimentale un nuovo indennizzo (fino a 2mila euro) a favore dei cittadini che non ricevono per tempo una risposta dalla PA alle richieste inoltrate.

Per quanto concerne l?Agenda Digitale, invece, il decreto stabilisce che il suo sviluppo (seguito dal Presidente del Consiglio) dovrà attuarsi in tempi ristretti, sancendo anche la liberalizzazione del mercato dei collegamenti wi-fi come in Europa.

«È stata inoltre prevista la liberalizzazione dell’accesso ad Internet, come avviene in molti Paesi europei. Resta però l’obbligo del gestore di garantire la tracciabilità mediante l’identificativo del dispositivo utilizzato. L?offerta ad internet per il pubblico sarà libera e non richiederà più l’identificazione personale dell’utilizzatore.»

Così si legge sul portale della Presidenza del Consiglio dei Ministri, dove sono anche illustrate altre novità inerenti la digitalizzazione della PA: domicilio digitale (richiedendo la carta d?identità elettronica o del documento unificato si potrà chiedere una casella di posta elettronica certificata), razionalizzazione dei Centri elaborazione dati (CED), fascicolo sanitario elettronico FSE (entro il 31 dicembre 2013 le regioni e le province autonome dovranno presentare il piano di progetto del FSE all?Agenzia per l?Italia digitale).

=> Leggi il bilancio del Governo Monti

Una notevole semplificazione è prevista anche per le procedure di riconoscimento della cittadinanza dei figli nati in Italia da genitori stranieri al compimento della maggiore età.

Con il Decreto del Fare sono anche eliminate le certificazioni mediche richieste per accedere a impieghi pubblici e privati.

In materia di istruzione universitaria, invece, sono introdotti bonus a favore degli studenti meritevoli che nell’anno accademico 2013-2014 vogliono frequentare un ateneo universitario fuori della propria Regione.