Dà voce alle tue idee, la tv al servizio della PA

di Barbara Weisz

scritto il

Il progetto vincitore del concorso "Dà voce alle tue idee", premiato dal ministro Brunetta, unisce le potenzialità della tv a quelle di Internet per promuovere i servizi della PA.

Sensibilizzare il cittadino nei confronti della pubblica amministrazione e dei suoi servizi utilizzando la televisione. È questa l’idea di fondo del progetto “Inizia tv PA” che si è aggiudicato la terza edizione del concorso “Dà voce alle tue idee”, promosso dall’università Bocconi e rivolto a tutti gli studenti universitari italiani.

Lo hanno realizzato tre studentesse, Flavia Castellarin, Cecilia Giuliani e Laura Sonavia, che ieri sono state premiate personalmente dal ministro per la Pubblica Amministrazione e l’Innovazione Renato Brunetta e che si sono aggiudicate l’opportunità di fare uno stage presso la PA.

Il nostro progetto – spiega Flavia Castellarin – è basato sulla proposta di realizzare dei format televisivi che sfruttino alcune delle formule vincenti della televisione, come le intervista doppie, per stimolare sia i cittadini sia gli stessi dipendenti pubblici a meglio conoscere e adottare le tante innovazioni introdotte dalla riforma Brunetta».

Ad esempio, le tre giovani donne hanno immaginato un’intervista doppia a un funzionario pubblico e a una comune cittadina sull’uso della posta certificata. «Questi format – prosegue Flavia Castellarin – potrebbero essere mandati in onda sulle reti principali, magari nella fascia immediatamente successiva ai tg, in modo tale da raggiungere il maggior numero di persone».

E naturalmente dovrebbe essere pubblicati sui siti della pubblica amministrazione. In questo modo si unisce la potenza della televisione, «il mezzo che consenso di raggiungere il bacino di utenza molto vasto» sottolinea la studentessa, con la capillarità di internet. [pagina successiva>>>]