ASSINTER: si alleano le società informatiche

di Alessandra Poggiani

scritto il

Durante il Forum PA 2008 di Roma è nata ASSINTER, l'Associazione delle società per l'innovazione tecnologica nelle Regioni. L'associazione riunisce le aziende pubbliche che operano nel settore dell'informatica

In occasione del Forum PA, tenutosi a Roma nel mese di maggio, è nata a Roma l’Associazione ASSINTER (ASsociazione delle Società per l’INnovazione TEcnologica nelle Regioni) che riunisce quelle realtà a capitale interamente pubblico operanti nel settore dell’informatica secondo il modello dell'”in house providing”. A dar vita all’Associazione sono state alcune delle maggiori aziende del sistema dell’innovazione tecnologica regionale: CSI-Piemonte, LAit Lazio Innovazione Tecnologica, Lepida, Lombardia Informatica, Sardegna.it e Webred S.p.A.

Compito della neocostituita Associazione sarà quello di rappresentare una rete tecnico organizzativo che lavori per una fattiva e omogenea realizzazione della società dell’informazione e dell’economia digitale, aiutando il decentramento amministrativo attraverso l’informatizzazione della Pubblica Amministrazione locale, in stretto collegamento con il CNIPA. Un obiettivo che l’Associazione intende perseguire attraverso una costante attività di relazione con le parti più innovative del panorama ICT, con le Istituzioni e con i maggiori attori dell’Innovazione italiani. Dando il proprio contributo alla definizione delle condizioni necessarie, o quantomeno sufficienti, a una maggior interazione tra le parti e una maggiore comprensione dell’operato delle aziende da parte dell’opinione pubblica.

L’Associazione, che ha sede in Roma, è senza scopo di lucro e opererà in stretto raccordo con il “Centro Interregionale per i Sistemi Informatici, geografici e statistici” (CISIS), organismo di tutte le Regioni italiane, e in particolare con il “Comitato Permanente Sistemi Informatici” (CPSI) che ne costituisce un’articolazione organizzativa, sostenendo la realizzazione delle loro iniziative. L’associazine nasce dopo che le regioni e le aziende hanno svolto una riflessione volta a comprendere lo scenario in cui, a seguito dell’evoluzione delle politiche per l’informatica pubblica e della normativa di settore, viene a collocarsi il ruolo delle società regionali per l’informatica e la telematica, cosiddette in house, e come queste possono meglio rappresentare il valore che apportano al sistema Paese nella modernizzazione della PA.