Carta docenti: cambiano le regole del bonus

di Redazione PMI.it

scritto il

Il MIUR potrebbe vincolare il Bonus docenti alla formazione impedendo l’acquisto di pc e tablet: tutte le ipotesi al vaglio.

Possibili novità in arrivo per il bonus docenti, il contributo concesso dal Ministero dell’Istruzione agli insegnanti di ruolo per coprire i costi legati all’aggiornamento professionale.

Alla luce dei dati raccolti finora attraverso la piattaforma Sofia che gestisce le attività formative, infatti, gli investimenti in formazione sono stati carenti mentre la maggioranza dei docenti ha utilizzato la carta del docente per l’acquisto di dispositivi informatici, come pc e tablet.

Su 700mila iscritti alla Carta docente, solo 381mila hanno programmato lo svolgimento di corsi di formazione.

È il MIUR, quindi, a ipotizzare un cambiamento di rotta per incentivare la formazione dei docenti: sono al vaglio possibili alternative finalizzate non a cancellare il Bonus docenti ma a vincolare il suo utilizzo esclusivamente per la frequenza di corsi di formazione professionale, all’acquisto di libri o di biglietti per l’ingresso a mostre e teatri, eventi culturali e spettacoli.

=> Stipendi equiparati per i docenti: proposta di legge

Il Ministero, inoltre, potrebbe ridurre l’importo del Bonus – attualmente pari a 500 euro – permettendo ai docenti di spenderlo solo per iniziative di formazione, oppure farlo confluire direttamente nello stipendio in modo tale da raggiungere la cifra di 100 euro di aumento.

I Video di PMI