Contributi INPS: servizi di verifica e segnalazione

di Redazione PMI.it

scritto il

Campagna INPS per la verifica delle posizioni contributive dei lavoratori pubblici, invitando ad utilizzare le apposite funzioni per controllare la congruenza dei versamenti e segnalare eventuali lacune.

Con l’obiettivo di sistemare l’estratto conto contributivo dei lavoratori statali, l’INPS lancia la campagna informativa “Operazione Estratto Conto” consentendo di ottenere una posizione assicurativa dettagliata e certificata, in modo tale che l’istituto previdenziale possa gestire le prestazioni pensionistiche degli iscritti entro i tempi stabiliti.

=> Tutti i modi andare in pensione nel 2019

Nel progetto di sistemazione delle posizioni contributive si inserisce anche l’apertura del servizio online “La mia pensione futura”, progressivamente esteso a tutti i dipendenti pubblici. Con queste iniziative l’INPS si rivolge a tutti i lavoratori della gestione pubblica iscritti alla

  • Cassa Pensioni Dipendenti Enti Locali ( CPDEL),
  • Cassa Pensioni Sanitari ( CPS),
  • Cassa Pensioni Insegnanti ( CPI),
  • Cassa Pensioni Ufficiali Giudiziari ( CPUG)
  • Cassa Trattamenti Pensionistici dello Stato ( CTPS).

Gli iscritti che vogliono verificare la propria posizione assicurativa possono accedere tramite PIN alla funzione di estratto conto e verificarne la correttezza. In caso di lacune o incongruenze, si può utilizzare la funzione: Richiesta di Variazione della Posizione Assicurativa (RVPA).

Ricordiamo che il lavoratore che afferisce alle casse sopra citate è comunque tutelato: le contribuzioni denunciate dopo il 31 dicembre 2018 ma riferite a periodi antecedenti cinque anni (quindi prescritte), sono regolarmente accreditate sulla posizione assicurativa e sono utilizzabili.

È sempre l’INPS a sottolineare come la sistemazione delle posizioni assicurative si ottenga solo attraverso la solida sinergia tra INPS, datore di lavoro/ente locale e iscritto, identificando precisi adempimenti per tutti i soggetti coinvolti:

  • INPS: ha in carico la gestione delle posizioni assicurative dei dipendenti pubblici e attribuisce all’iscritto le prestazioni alle quali ha diritto;
  • datore di lavoro pubblico: trasmette all’INPS i dati anagrafici e previdenziali dei propri dipendenti, ne verifica la correttezza, sistema la singola posizione assicurativa;
  • lavoratori pubblici: consulta il proprio estratto conto online, verifica incongruenze, segnala al proprio datore di lavoro e all’INPS gli eventuali errori con la Richiesta di Variazione Posizione Assicurativa (RVPA).