Il Voip nei piccoli comuni

di Paolo Iasevoli

scritto il

A un anno dalla sua introduzione, il piccolo paesino senese di San Gimignano racconta la sua esperienza con il sistema Voip di Cisco

Tempo di bilanci a San Gimignano, che ha scelto Cisco per l’implementazione di un sistema di comunicazione basato sul Voip.

La nuova tecnologia del Voice Over IP consente di effettuare telefonate tramite internet, annullando i costi di chiamata e riducendo notevolmente quelli relativi alla manutenzione, dal momento che si utilizza un’unica rete per telefonare e navigare.

Già ampiamente adottato dalle imprese, il Voip è destinato a diffondersi rapidamente anche nella PA, grazie agli evidenti vantaggi di un sistema simile e alle direttive della nuova Finanziaria che muovono in questa direzione.

L’esperienza di San Gimignano ha evidenziato tutte le potenzialità della Comunicazione Unificata offerte dal Voip. Nonostante i suoi soli 7.630 abitanti, il Comune è suddiviso in 5 sedi sparse sul territorio, che sono state “riunite” in seguito all’introduzione degli switch Cisco Power over Ethernet prima, e di Cisco Unified Communications Manager dopo.

Dal comune senese spiegano che l’adozione di appliance Voip e di IP phone hanno permesso ai dipendenti delle varie sede di mantenere il proprio numero di interno anche quando si spostano tra gli uffici, risultando così sempre raggiungibili, e la possibilità di effettuare audioconferenze con più persone, anche infrasede.

A questo si aggiungono i risparmi conseguiti sul versante economico e il rispetto delle direttive regionali, come evidenziato da Stefano Paci, del Servizio Sistema Informatico del Comune di S. Gimignano: «la nostra infrastruttura andrà anche incontro alle direttive della Regione in tal senso, consentendoci di essere all’avanguardia».