Trasporto aereo: Ryanair vola sulle ali dell’utile

di Andrea Barbieri Carones

scritto il

Per Ryanair aumenano fatturato, profitti e passeggeri, che compensano il caro carburante. In arrivo la carta di debito con Mastercard.

La compagnia aerea low cost Ryanair vola sulle ali del profitto. Dopo esser diventata la numero 1 in Italia per numero di passeggeri trasportati (superando Alitalia) e fra le prime in Europa, ora punta sempre più in alto anche grazie a un cambiamento di rotta in quanto al target di passeggeri di riferimento: non più solo clienti leisure ma anche uomini d’affari.

I dati relativi al primo semestre del 2011 indicano un aumento del 20% dei profitti a 543,5 milioni di Euro rispetto ai 451,9 dello stesso periodo del 2010, in linea secondo quanto previsto dagli analisti finanziari. A contribuire maggiormente al miglioramento del risultato c’è l’aumento del numero di passeggeri che hanno compensato l’incremento del prezzo del carburante che ha colpito tutte le compagnie aeree del mondo.

Ora la stima per i profitti 2011 è a 440 milioni, con un +10% rispetto ai 400 preventivamente stimati. Il numero dei passeggeri è salito del 12% (fino a 44,7 milioni) in confronto a un anno fa (quando furono 40,1 milioni) grazie anche alle nuove rotte intraeuropee e a un coefficiente di riempimento dei velivoli che è tra i più elevati del continente.

Intanto l’amministratore delegato Michael O’Leary, per bocca del suo responsabile comunicazione Stephen McNamara, ha reso noto anche i risultati di una nuova indagine statistica che ha mostrato che il 58% dei passeggeri italiani di Ryanair ha scelto la compagnia almeno 4 volte negli ultimi 12 mesi, mentre il 40% ha volato 6 o più volte con il vettore. L’indagine ha confermato anche che prezzo, destinazione e puntualità sono i fattori più importanti quando si prenota un volo mentre il 98% dei 6.000 intervistati ha sottolineato l’ottimo rapporto qualità/prezzo. Notevole anche la percentuale del 95%, che rappresenta coloro che hanno dichiarato che voleranno ancora con gli aerei Ryanair.

Intanto, il vettore low cost cerca di puntare sempre più ai servizi per chi viaggia per lavoro introducendo la possibilità di riservare un posto a bordo, come nelle compagnie “tradizionali”. Il servizio, che prevede il pagamento di un extra, è attivo in via sperimentale su 11 rotte in partenza da Orio al Serio, tra cui quella per Roma Ciampino. La compagnia darà anche la possibilità di cambiare la propria prenotazione all’ultimo momento (sempre con un supplemento), in modo da rendere più elastica la permanenza degli uomini d’affari.

Sul fronte delle carte di credito, Ryanair sta introducendo in Italia la carta prepagata Mastercard, che dal 1° dicembre andrà a sostituire tutte le altre carte di questo circuito. Chi effettuerà prenotazioni con questo mezzo di pagamento, eviterà il supplemento di 6 o 9 Euro per l’utilizzo di altri carte. Questa Ryanair Cash Passport è già stata testata nel Regno Unito: ha un prezzo di acquisto di 10 Euro che sarà poi completamente rimborsato visto che ciascun possessore riceverà un buono viaggio di importo equivalente.

La ricarica della carta di debito può essere effettuata su www.cashpassport.com/ryanair.

I Video di PMI