Tratto dallo speciale:

Manifattura 4.0: priorità dei top manager

di Redazione PMI.it

scritto il

Le priorità per i Top Manager del Manufacturing per favorire lo sviluppo nei mercati globali.

Aumenta il valore dei progetti realizzati in ambito Industria 4.0 in Italia, dove il manifatturiero rappresenta sempre una risorsa per favorire lo sviluppo nei mercati globali. Un settore che, secondo i risultati EY presentati in occasione dell’EY Manufacturing Lab e stando a quanto stimato da Capgemini, potrebbe essere caratterizzato da un incremento di ricavi fino a 685 miliardi di dollari in termini di valore aggiunto entro il 2020.

Secondo EXS (società di executive search di Gi Group) lo scenario attuale è destinato a diventare una reale opportunità per la nazione grazie agli investimenti avviati nel comparto del Manufacturing, molto rappresentativo del Made in Italy.

A spingere verso questa direzione, tuttavia, dovrebbero essere anche l’imprenditoria locale e la sua capacità di adattarsi al cambiamento.

In un tessuto caratterizzato da una forte presenza e tradizione imprenditoriale è cruciale un approccio basato sulla coerenza della cultura e dei valori aziendali con la strategia individuata per implementare con efficacia un piano di change & transformation 4.0 – afferma Pasquale Natella, Amministratore Delegato di EXS -. Un Top Manager deve valutare un periodo di transizione che favorisca un cambiamento graduale grazie a una grande capacità di ascolto dello specifico contesto culturale della media impresa italiana, rispettando il ruolo e la personalità dell’imprenditore. Orientato al nuovo, ma con un atteggiamento ibrido in bilanciamento con la tradizione aziendale, il Leader deve sapere proporre obiettivi intermedi e risultati misurabili, avviando percorsi di cambiamento che combinino efficienza ed efficacia, abilitando la trasformazione delle architetture organizzative nel rispetto del DNA originale dell’impresa e favorendo processi di collaborazione interfunzionali fino anche allo sviluppo di partnership con soggetti esterni (università, centri di ricerca, ecc.).

Ecco tre priorità fondamentali per i Top Manager del Manufacturing:

  • spostare il focus dal prodotto al cliente e verso i mercati;
  • creare fiducia attraverso l’ascolto e l’interesse diretto a persone e contesti;
  • agire da Investor a caccia di idee creative.