Mobbing, dimissioni e pensione anticipata

Risposta di

Barbara Weisz

scritto il

Domenico chiede

Ho 58 anni con 41 di lavoro: posso chiedere la pensione anticipata come precoce? Dovrei lavorare fino al 01/03/2020 (secondo l’INPS) ma sul posto di lavoro subisco mobbing giornalmente. Sono manutentore meccanico, settore stampaggio a caldo.

Barbara Weisz risponde

 

Il mobbing non ha punti di contatto con la normativa inerente gli aspetti pensionistici.

Tuttavia, se lei desse le dimissioni per giusta causa, potrebbe rientrare nella platea dei disoccupati involontari con diritto alla pensione precoci, maturando il requisito dopo aver terminato di percepire gli ammortizzatori sociali.

Tuttavia deve verificare di possedere tutti i requisiti per la pensione anticipata precoci: i 41 anni di contributi, infatti, non sono sufficienti per rientrare tra i lavoratori precoci. E’ anche necessario che ci sia un anno di contributi versati entro il compimento dei 19 anni di età.

Inoltre bisogna far parte di una delle quattro tipologie di lavoratori ammessi: disoccupati involontari che hanno terminato di percepire gli ammortizzatori sociali, caregiver, lavoratori con disabilità al74%, addetti a mansioni gravose.

Se possiede tutti i requisiti sopra esposti potrebbe in questo modo lasciare il lavoro utilizzando questo scivolo per la pensione.