Tratto dallo speciale:

Lotteria scontrini, come ottenere il codice e partecipare

di Barbara Weisz

scritto il

Sul portale della lotteria degli scontrini ci si può registrare e generare il codice che dal primo gennaio consente di partecipare: istruzioni e FAQ.

E’ partita la prima fase della lotteria degli scontrini elettronici, che entrerà poi nel vivo del 2021 (con i biglietti da giocare e le estrazioni legate agli acquisti effettuati): dal primo dicembre ci si può iscrivere all’apposito portale del Governo. Si tratta di un passaggio fondamentale per partecipare, perché permette di ottenere un codice da presentare al momento del pagamento.

Il portale ufficiale

Il portale (a cura dell’Agenzia delle Dogane) è raggiungibile all’indirizzo lotteriadegliscontrini.gov.it. Visitandolo, si attiva la popup che indirizza direttamente al servizio “Partecipa ora” (ma sul sito ufficiale dell’iniziativa si reperiscono anche il regolamento, le istruzioni di partecipazione e le FAQ con le risposte ai dubbi più frequenti).

Da gennaio sarà attiva anche un’area riservata, accessibile tramite credenziali SPID, che conterrà i biglietti della lotteria.

Guida alla registrazione

La registrazione si può effettuare in qualsiasi momento. Cliccando dalla home page su “partecipa ora” si ottiene la seguente schermata:

Bisogna quindi inserire il codice fiscale nell’apposito spazio, accettare il regolamento sulla privacy e inserire il codice di sicurezza richiesto. Infine, si clicca sul pulsante “Genera il codice“. Si tratta di un codice alfanumerico di otto cifre, abbinato a un codice a barre.

Il sistema consente di stamparlo o di scaricarlo sul proprio dispositivo (pc, smartphone, tablet). Il terzo passaggio si effettua direttamente in negozio al momento dell’acquisto, mostrando il codice all’esercente. Se si perde il codice, basta generarne uno nuovo sul portale.

Acquisti esclusi

Non tutti i pagamenti consentono di partecipare alla lotteria. Sono infatti esclusi gli acquisti:

  • di importo inferiore a un euro;
  • effettuati online;
  • destinati all’esercizio di attività di impresa, arte o professione;
  • documentati mediante fatture elettroniche;
  • per i quali i dati dei corrispettivi sono trasmessi al sistema Tessera Sanitaria (es.: effettuati presso farmacie, parafarmacie, ottici, laboratori di analisi, ambulatori veterinari ecc.);
  • gli acquisti per i quali l’acquirente richieda all’esercente l’acquisizione del proprio codice fiscale a fini di detrazione o deduzione fiscale.

Per le spese mediche detraibili, deve essere il cliente a indicare all’esercente quale opzione preferisce, ossia se usare lo scontrino ai fini della detrazione fiscale (in questo caso il dato sarà inviato al sistema TS ai fini della dichiarazione dei redditi precompilata) oppure per la lotteria (e in questo caso la spesa non sarà elencata tra quelle con diritto a detrazione nella precompilata).

Come funziona la lotteria

La lotteria vera e propria (riservata ai maggiorenni) mette in palio premi in denaro per a ogni acquisto superiore a un euro: basta mostrare al negoziante il proprio codice lotteria (che si ottiene registrandosi al portale). Sono previste estrazioni settimanali  e mensili.  Istituita dalla Legge di Bilancio 2017 (articolo 540, legge 232/2016), in virtù del rinvio contenuto nel Decreto Rilancio (articolo 141, dl 34/2020) parte il primo gennaio 2021.

Attenzione: in base alla legislazione vigente si può partecipare pagando anche in contanti, ma la nuova Legge di Bilancio (con entrata in vigore sempre il primo gennaio 2021) ha limitato la partecipazione ai pagamenti digitali. Bisogna dunque attendere la conferma parlamentare per questo paletto.

Come si generano i biglietti

E cosa succede dopo aver mostrato il codice al negoziante? Prima di emettere lo scontrino elettronico, l’esercente registra il codice lotteria che il cliente gli mostra. L’acquisto viene quindi abbinato al codice lotteria e si generano i biglietti. Uno per ogni euro speso, fino a un massimo di mille biglietti per singolo acquisto. Se si effettuano diversi acquisti si ottengono altri biglietti: 10 scontrini possono far ottenere fino a 10mila biglietti, 100 scontrini fino a 100mila biglietti e così via. Se l’importo speso è superiore a un euro, l’eventuale cifra decimale superiore a 49 centesimi produrrà un altro biglietto.

Il sistema è stato vagliato dal Garante privacy e garantisce che gli acquisti non vengano tracciati, che i dati vengano utilizzati solo per le estrazioni, che non sia possibile effettuare profilazioni nemmeno da parte dell’esercente. Sul portale dell’Agenzia delle Dogane ci sono tutte le informazioni del caso.

Estrazioni e piano cashless

Le estrazioni sono settimanali, ogni giovedì. Il primo appuntamento è fissato per il 14 gennaio. Ci sono anche estrazioni mensili ogni secondo giovedì del mese, e un super-premio annuale.

In base alla norma attuale, tutti i pagamenti partecipano alle estrazioni ordinarie, con sette premi a settimana da 5mila euro e tre premi da 30mila euro al mese. Per le estrazioni zero-contanti, ogni settimana 15 premi da 25mila euro per i consumatori e 15 premi da 5mila euro per gli esercenti, e ogni mese 10 premi da 100mila euro per i consumatori e 10 premi da 20mila euro per gli esercenti. Infine, le estrazioni annuali (che iniziano nel gennaio 2022) prevedono un premio di 5 milioni di euro per il consumatore e di 1 milione di euro per l’esercente. Non è chiaro in che modo saranno rimodulate queste regole se sarà confermata la partecipazione alla lotteria ai soli pagamenti digitali.