Tratto dallo speciale:

Covid Lombardia: linee guida aggiornate

di Redazione PMI.it

scritto il

Nuova ordinanza della Regione Lombardia, con linee guida anti-Covid per attività economiche e uffici pubblici locali, valide fino al 10 settembre.

Con l’ordinanza regionale del 31 luglio 2020, la Regione Lombardia aggiorna le linee guida sulla ripresa delle attività economiche post lockdown da Coronavirus, prolungando o modificando gli indirizzi operativi, validi fino al 10 settembre prossimo.

Le linee guida sono volte a sostenere un modello di ripresa delle attività economiche, produttive e ricreative, che sia compatibile con la tutela della salute di cittadini e lavoratori. La Regione ha pubblicato le schede tecniche sintetiche divise per settore, sempre coerenti con quanto stabilito da INAIL e Istituto Superiore di Sanità.

Per quanto riguarda le attività di commercio al dettaglio al chiuso, ma anche gli uffici pubblici e privati e gli studi professionali, la Regione sottolinea l’obbligo per i datori di lavoro di rilevare la temperatura corporea del personale e, se superiore ai 37,5°, non consentire l’accesso o la permanenza ai luoghi di lavoro.

In casi come questi è necessario porre momentaneamente in isolamento il lavoratore, con relativa segnalazione all’ATS competente per territorio. La rilevazione della temperatura corporea è fortemente raccomandata anche per i clienti.

=> Safe working: contributi alle imprese lombarde

L’ordinanza contiene alcune novità per i servizi di taxi e noleggio con conducente, non più obbligati a mantenere il distanziamento tra i membri dello stesso gruppo familiare, conviventi, o individui che fanno parte di nuclei pre-organizzati. Le misure, in ogni caso, possono essere rimodulate anche in senso più restrittivo sulla base dell’evolversi della situazione sanitaria.

I Video di PMI

Guida agli Eco-incentivi auto e moto 2020