Sanatoria lavoratori immigrati: codici tributo per F24

di Francesca Vinciarelli

scritto il

Istituiti i codici tributo da utilizzare nel modello F24 per il versamento del contributo necessario per regolarizzare la posizione dei lavoratori immigrati impiegati irregolarmente.

I datori di lavoro che intendano regolarizzare la posizione degli extracomunitari impiegati irregolarmente devono versare un contributo di 1000 euro per ciascun lavoratore.

Recentemente l’Agenzia delle Entrate ha comunicato con la risoluzione n. 85/E i codici tributo da indicare nel modello F24.

Si tratta della sanatoria prevista dall’art. 5, comma 5, D.Lgs. n. 109/2012, in recepimento della Direttiva 2009/52/CE volta a contrastare il lavoro nero a livello internazionale, che consente l’emersione di lavoratori extracomunitari presenti sul territorio nazionale senza regolare permesso di soggiorno.

Questi devono essere presenti in Italia in maniera ininterrotta almeno dalla data del 31 dicembre 2011 e devono essere impiegati da almeno tre mesi antecedenti il 9 agosto 2012.

I datori di lavoro di ogni genere – sia italiani, che europei, che extracomunitari in possesso di regolare permesso di soggiorno – che continuano ad occuparli possono dichiarare la sussistenza del rapporto di lavoro allo sportello unico per l’immigrazione dal 15 settembre al 15 ottobre 2012, secondo le modalità operative che dovranno essere definite in un apposito provvedimento.

I codici tributo istituiti dall’Agenzia delle Entrate, da inserire nel “F24 Versamenti con elementi identificativi” da utilizzare per il versamento, sono:

  • REDO”, per la regolarizzazione da parte di “Datori di lavoro domestico”;
  • RESU”, per la regolarizzazione da parte di “Datori di lavoro subordinato”.

I Video di PMI

F24 a saldo zero: ravvedimento operoso