Studi di Settore verso l’addio

di Noemi Ricci

scritto il

Studi di Settore addio, con il Decreto Fiscale arriva l'indice di affidabilità fiscale volto ad incentivare la compliance.

Novità in tema di Studi di Settore con l’approvazione, da parte delle Commissioni riunite Bilancio e Finanze alla Camera, di alcuni emendamenti in sede di esame del disegno di legge di conversione del Decreto Fiscale (D.L. n. 193/2016), collegato alla Legge di Bilancio 2017.

Si tratta dei correttivi del provvedimento che prevedono l’utilizzo di indici sintetici di affidabilità fiscale per delineare un profilo del contribuente-impresa che comporterebbero la fine degli Studi di Settore a partire dal 31 dicembre 2017.

=> Decreto Fiscale: gli emendamenti approvati

A tali indici di affidabilità del contribuente dovrebbero essere collegati anche dei meccanismi premiali per le imprese più affidabili, probabilmente un’esclusione o una riduzione dei termini per gli accertamenti, oltre a vantaggi come rimborsi più veloci. In sostanza l’idea è di fare in modo che questi nuovi indicatori favoriscano la compliance fiscale dei contribuenti. In generale, infatti, si tratta di una norma che rientra nel pacchetto di misure che hanno l’obiettivo di semplificare il sistema fiscale.

Il Decreto Fiscale arriva in Aula a Montecitorio il 14 novembre, con richiesta di fiducia da parte del Governo. La Legge di Bilancio (relatore Mauro Guerra, Pd) ha invece iniziato il suo iter in in commissione Bilancio della Camera. Il 15 novembre si discuteranno gli emendamenti con scrematura definitiva entro il giorno successivo e la votazione il 17 novembre. L’esame vero e proprio in assemblea del testo emendato è in programma a partire dal 24 novembre.

[native-adv]