Tratto dallo speciale:

Modelli 730: calendario scadenze di luglio 2015

di Barbara Weisz

scritto il

Scadenza 7 luglio per il 730 precompilato fai-da-te o tramite sostituti d'imposta, proroga al 23 del mese per CAF e professionisti virtuosi: calendario fiscale e requisiti per lo slittamento dei termini.

Per l’invio fai-da-te del modello 730 precompilato la scadenza resta il 7 luglio, mentre CAF e professionisti hanno tempo fino al 23 del mese per completare gli adempimenti di trasmissione e consegna dei prospetti ai contribuenti. Il calendario si estende anche ai modelli di dichiarazione dei redditi tradizionali (730/2015, 730-1 e 730-3 cartacei). Per meglio districarsi a seconda dei casi, ecco di seguito un breve riepilogo degli adempimenti legati al modello 730/2015, precompilato e ordinario, nonché sulle eventuali conseguenze per i rimborsi in busta paga o nel cedolino pensioni.

=> Proroga 730 precompilato al 23 luglio

Calendario scadenze 730/2015

  • 730 precompilato fai da te: per i contribuenti che compilano online e trasmettono da sé il modella 730 e 730-1 non c’è nessuna proroga, l’invio va effettuato entro il 7 luglio;
  • 730 precompilato tramite sostituto d’imposta: anche in questo caso, il termine ultimo per la presentazione del modello al datore di lavoro o ente pensionistico resta il 7 luglio, così come per riceverne copia elaborata assieme al prospetto di liquidazione  730-3;
  • 730 precompilato tramite CAF o professionisti: in questo caso, il governo (con Dpcm 26 giugno) ha concesso uno slittamento dei termini fino al 23 luglio (possono usufruire della proroga solo centri di assistenza fiscale e professionisti abilitati che al 7 luglio hanno inviato almeno il 20% delle dichiarazioni dei propri clienti) per la consegna al contribuente della copia della dichiarazione elaborata e del relativo prospetto, nonché della trasmissione telematica all’Agenzia delle Entrate;
  • 730 ordinario: valgono le stesse regole previste per il 730 precompilato.

=> IRPEF a debito o a credito da 730: pagamento o rimborso

I rimborsi da 730 arriveranno con le buste paga di luglio per i lavoratori dipendenti e con i cedolini di agosto e settembre per i pensionati. Esiste la possibilità che queste scadenze non riescano ad essere rispettate nel caso dei contribuenti che presentano la dichiarazione fra il 7 e il 23 luglio: non ci sono indicazioni precise, ma sembra ipotizzabile che in questo caso i rimborsi in busta paga possano slittare ad agosto o a settembre.

=> Errori 730: le responsabilità caso per caso

 

I Video di PMI

Aliquote IRPEF e scaglioni di reddito