Ecobonus in condominio senza unanimità

Risposta di

Barbara Weisz

scritto il

Massimo chiede

Se un condomino non aderisce al piano di interventi, si esclude la sua parte di facciata dal cappotto termico? Si possono agganciare (sul piano fiscale) interventi unilaterali al cappotto termico ovvero usufruire del bonus fiscale del 110% e della cessione del credito d’imposta?

Barbara Weisz risponde

Faccia anche altre verifiche, perché queste sono sempre situazioni complesse dal punto di vista giuridico, ma in generale direi che se l’assemblea ha deliberato i lavori condominiali, tutti i condomini sono tenuti a pagarli, utilizzando le relative agevolazioni.

In altri termini, non credo che ci sia la possibilità, per un singolo condomino, di non partecipare a determinati lavori che riguardano l’intero stabile, ad esempio il rifacimento della facciata con cappotto termico, nel caso in questi vengano appunto deliberati.

=> Condominio: obblighi e diritti sulle parti comuni

Ritengo che sia invece possibile arrivare a una delibera dell’assemblea che preveda lavori in linea con le esigenza di tutti: se, per esempio, tutti sono d’accordo nell’escludere dai lavori determinati parti dell’edificio, la strada è certamente percorribile.

La detrazione fiscale al 110% introdotta dal decreto Rilancio (articolo 119 dl 34/2020), è applicabile anche dalle singole unità abitative che compongono il condominio, quindi questa è un’altra ipotesi percorribile (i singoli condomini decidono autonomamente se fare o no i lavori).

In ogni caso, se c’è la delibera condominiale, tutti contribuiscono alla spesa in base alle proprie quote, e analogamente l’agevolazione si applica ai singoli condomini.  In tutti i casi, è prevista la possibilità di cedere il credito d’imposta.