Da regime forfettario a ordinario: regole di fatturazione

Risposta di

Barbara Weisz

scritto il

Dario chiede

Sono forfettario ma dal prossimo anno sarò costretto a entrare nel regime ordinario. Per le fatture secondo l’attuale regime, che però mi saranno pagate nei primi mesi del 2021, come dovranno essere trattati gli importi oggi senza IVA, senza ritenuta d’acconto?

Barbara Weisz risponde

Il contribuente forfettario applica il principio di cassa, per cui ai fini del fatturato conta il momento in cui la fattura viene effettivamente pagata. Se nel 2020 sta applicando tale regime, continuerà ad emettere le fatture di conseguenza (senza IVA e ritenuta d’acconto, con la dicitura relativa ai contribuenti forfettari).

Gli importi pagati entro fine 2020 contribuiranno al fatturato di quest’anno, quelli versati nel 2020 faranno parte dei ricavi dell’anno prossimo.

Tenga presente che, ai fini del regime forfettario, rileva il fatturato dell’anno precedente. Quindi, per capire se nel 2021 potrà applicare o meno il forfettario con flat tax al 15%, bisognerà valutare il fatturato del 2020.

Il tetto di 65mila euro, in ogni caso, è rimasto invariato: le modifiche che sono state applicate quest’anno riguardavano i compensi a collaboratori (limite pari a 20mila euro) e l’esclusione di coloro che nell’anno precedente aveva ottenuto redditi da lavoro dipendente superiori a 30mila euro.