IMU-TASI altri fabbricati

Risposta di Redazione PMI.it

scritto il

Carmine chiede:

Gradirei sapere, se possibile, se devo pagare l’IMU e la TASI su un locale C/6 di proprietà al 50% con mia moglie, atteso che abito in affitto e, dunque, non sono titolare di abitazione.

La normativa vigente relativa alle imposte sugli immobili prevede l’esenzione IMU e TASI sulle prime case non di lusso e relative pertinenze, dove per immobile principale si intende la casa dove si vive abitualmente e si risiede anagraficamente.

Sono esenti da IMU e TASI anche le pertinenze (box auto, tettoie e magazzini, locali di sgombero, cantine) della prima casa con il limite di tre pertinenze per un’abitazione principale, ciascuna necessariamente accatastata in una delle seguenti categorie (le tre pertinenze devono appartenere a categorie catastali diverse):

  • C2 (magazzini e locali di deposito come cantine e solai);
  • C6 (stalle e scuderie, garage);
  • C7 (tettoie chiuse o aperte).

Nel caso in esame, non essendo il contribuente proprietario di prima casa, il locale C/6 di sua proprietà non può essere considerato pertinenza di una prima abitazione, pertanto tale immobile rientra nella categoria “altri fabbricati”, ovvero tra gli immobili soggetti a IMU e in base al Comune anche a TASI. L’importo dovuto andrà ripartito al 50% tra i due coniugi proprietari del locale C/6.

Sottolineiamo infine che l’esenzione TASI riguarda anche gli inquilini che hanno scelto l’unità immobiliare come abitazione principale. In ogni caso la quota a carico dei proprietari degli immobili locati non assorbirà anche la parte eventualmente non dovuta dagli inquilini che abbiano adibito ad abitazione principale la casa in affitto.

Hai una domanda che vorresti fare ai nostri esperti?

Chiedi all'esperto

Risposta di Redazione PMI.it