Mini IMU: le FAQ sulla corretta applicazione

di Barbara Weisz

scritto il

In vista del termine del 24 gennaio il Ministero dell'Economia pubblica le FAQ con le risposte ai quesiti più frequenti sulla mini-IMU: ecco i chiarimenti.

Pubblicate le FAQ del Ministero dell’Economia sulla mini IMU: le risposte alle domande più frequenti dei contribuenti, in relazione alla corretta applicazione del conguaglio d’imposta, analizzano la tassa, introdotta solo per quest’anno, dall’articolo 1 del Dl 133/2013, in corso di trasformazione in legge (l’iter deve terminare entro il 29 gennaio). Scadenza ufficiale (Legge di Stabilità, articolo 1, comma 680): venerdì 24 gennaio.

FAQ Mini-IMU

Codici tributo: Vale il codice usato nel 2012 e 2013 per il versamento della quota al Comune dell’imposta IMU. Per l’abitazione principale è 3912. Versamenti minimi: Se l’importo dovuto è inferiore a 12 euro si è esentati dal pagamento (articolo 25, legge 289/2002) purchè i Comuni non abbiano previsto una soglia di esenzione diversa (controllare delibera e regolamento locale). La soglia deve riferirsi alla somma degli importi dovuti per tutti gli immobili posseduti nello stesso Comune (linee guida del Regolamento IMU del Dipartimento delle Finanze).
Riscossione coattiva: Il Dl 16/2012 stabilisce per i tributo il limite di 30 euro ma qui non si applica perché superato dal comma 736, articolo unico, Legge di Stabilità: il limite di 30 euro dal primo gennaio 2014 non si applica più ai tributi locali ma solo a quelli statali e regionali. Quindi resta solo il limite dei 12 euro per i versamenti spontanei.

Compilazione F24: Va barrata solo la casella saldo. Il campo rateazione va compilato solo per l’abitazione principale (0101). Nella casella detrazione va indicata l’intera quota prevista per il 2013 (es.: se si possiede al 50% una prima casa senza figli, la detrazione annua da indicare è 100 euro). La casella numero immobili deve essere contemplare anche le pertinenze.

Terreni agricoli: Quelli non posseduti e condotti da coltivatori diretti e imprenditori professionali sono esenti, perchè hanno già pagato il solo saldo a dicembre. Chi avesse versato in misura troppo bassa, avrebbe tempo fino al 16 giugno, ma un emendamento approvato anticipa questa scadenza al 24 gennaio: non è chiaro cosa succederà, visto che difficilmente entrerà in vigore prima del 24.

Immobili personale forze armate: La prima rata è stata pagata calcolando il 50% di quanto versato nel 2012, il saldo non è stato pagato perché dal primo luglio questi immobili sono equiparati all’abitazione principale. Quindi, la mini IMU va così calcolata: differenza fra IMU con aliquote e detrazioni 2013 sulla prima casa rapportata al semestre luglio-dicembre 2013 e IMU con aliquota allo 0,4% calcolata sullo stesso semestre. In più, bisogna tener conto dell’eventuale conguaglio sulla prima rata nel caso in cui siano variate le aliquote 2013 rispetto al 2012. (Fonte: le FAQ del Dipartimento delle Finanze).