Tratto dallo speciale:

Canone RAI in F24: operativi i codici tributo

di Chiara Basciano

scritto il

Canone RAI, operativi i codici tributo per pagamento tramite modello F24: i chiarimenti dell'Agenzia delle Entrate sulla Pagine Facebook.

Come ricordato dall’Agenzia delle Entrate sul canale Facebook dedicato al canone RAI e chiarito nella Risoluzione n. 53/E/2016, i codici tributo per pagare il canone TV non addebitato in bolletta sono operativi dal 1° settembre 2016.

=> Canone RAI in F24, scadenze e codici tributo

Nuova utenza elettrica

Sulla propria pagina Facebook, l’Agenzia chiarisce inoltre che in caso di attivazione di una nuova utenza elettrica il canone RAI viene addebitato dal mese di attivazione della fornitura e l’addebito, comprensivo delle rate già scadute, avverrà nella prima fattura elettrica utile.

Cambio impresa elettrica

Nel caso in cui si cambi l’impresa elettrica, ai fini dell’addebito delle rate di canone successive, non è necessario effettuare alcuna comunicazione: le rate saranno addebitate dalle due imprese elettriche, ciascuna secondo i periodi di relativa competenza.

Eredi

Tra le altre domande poste di frequente all’Agenzia quella relativa all’abbonamento RAI intestato ad un genitore deceduto che viveva nella casa ereditata, dove è ancora attiva l’utenza elettrica residenziale intestata sempre al genitore. Nel caso in cui l’erede paghi già pago il canone RAI sulla propria utenza residenziale, per non pagare due volte, dovrà compilare il quadro B della dichiarazione sostitutiva in qualità di erede, indicando il proprio codice fiscale. Il consiglio dell’Agenzia è di effettuare comunque la voltura dell’utenza elettrica intestata al defunto.

=> Canone RAI 2016 in bolletta: novità e chiarimenti

Case di riposo

Nel caso di contribuente ricoverato in una casa di riposo che detiene un apparecchio TV nella propria abitazione, il pagamento del canone RAI è comunque dovuto. Solo nel caso in cui il non si possieda l’apparecchio TV pur essendo titolare di un’utenza elettrica con tariffa residenziale si può evitare l’addebito del canone nella fattura elettrica presentando la dichiarazione sostitutiva di non detenzione.

=> Canone RAI, nuovi esempi e FAQ

Diversamente nel caso in cui il ricoverato in una casa di riposo non possieda una TV e non sia titolare di un’utenza elettrica con tariffa residenziale ma sia titolare di abbonamento alla TV, bisognerà seguire la procedura già utilizzata negli anni passati, dando disdetta dell’abbonamento, inviando un’apposita raccomandata allo Sportello SAT dell’Agenzia delle Entrate.