Tratto dallo speciale:

Autotrasporto merci: al via nuovi contributi

di Alessandra Gualtieri

23 Gennaio 2024 09:00

Al via dal 18 gennaio i contributi per acquisto di automezzi ecologici e avanzati volti al rinnovo del parco veicoli con rottamazione dei vecchi mezzi.

Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del Decreto Ministeriale n. 196, partono i nuovi contributi alle imprese che esercitano attività di autotrasporto merci per conto di terzi volti all’acquisto di automezzi ecologici e innovativi con rottamazione di quelli più obsoleti.

Sono incentivabili tutti gli acquisti di mezzi con i requisiti sopra indicati, effettuati a partire dal 18 gennaio 2024.

Bonus Autotrasporto: a chi spetta e quanto vale

Il bonus è destinato alle imprese di autotrasporto merci, in regola con i requisiti di iscrizione al REN (Registro Elettronico Nazionale) e all’Albo degli autotrasportatori.

La dotazione finanziaria complessiva è è pari a 25 milioni di euro, suddivisa in:

  • 2,5 milioni per l’acquisto di automezzi ecologici nuovi, adibiti al trasporto merci di massa superiore a 3,5 tonnellate;
  • 15 milioni per la rottamazione con contestuale acquisizione;
  • 7,5 milioni per l’acquisizione di rimorchi o semi rimorchi per il trasporto combinato ferroviario o marittimo.

Parco veicoli: investimenti incentivabili

Sono finanziabili le seguenti tipologie di investimenti:

  • acquisto di veicoli diesel Euro 6 con contestuale rottamazione di automezzi vecchi di almeno 7 tonnellate;
  • acquisto di veicoli commerciali leggeri Euro 6 step E ed Euro 6 E di massa pari o superiore alle 3,5 tonnellate, con rottamazione dei veicoli della stessa tipologia;
  • acquisto di veicoli a trazione alternativa ibridi, elettrici, CNG e LNG con rottamazione;
  • acquisto di rimorchi e semirimorchi per il trasporto combinato ferroviario o marittimo;
  • acquisizione di rimorchi, semirimorchi e equipaggiamento per autoveicoli speciali superiori alle 7 tonnellate.

In Allegato al decreto c’è anche l’elenco dei dispositivi innovativi ammessi ad incentivo (art. 5, comma 5, lettera a)

  1. Spoiler laterali (ammesse dal regolamento UE n. 1230/2012, masse e dimensioni).
  2. Appendici aerodinamiche posteriori.
  3. Dispositivi elettronici gestiti da centraline EBS (Electronic braking system) per la distribuzione del carico sugli assali in caso di carichi parziali o non uniformemente distribuiti.
  4. Tyre pressure monitoring system (TPMS), oppure Tyre pressure and temperature monitoring system (TPTMS), oppure Tyre pressure and automatic inflating monitoring system.
  5. Sistema elettronico di ottimizzazione del consumo di aria dell’impianto pneumatico abbinato al Sistema di ausilio in sterzata determinando un minor lavoro del compressore del veicolo trainante con riduzione dei consumi di carburante.
  6. Telematica indipendente collegata all’EBS (Electronic braking system) in grado di valutare l’efficienza di utilizzo di rimorchi e semirimorchi (tkm) e/o geolocalizzarli per ottimizzare le percorrenze e ridurre il consumo di carburante.
  7. Dispositivi elettronici gestiti da centraline EBS (Electronic braking system) per ausilio in sterzata.
  8. Sistema elettronico di controllo dell’usura delle pastiglie freno.
  9. Sistema elettronico di controllo dell’altezza del tetto veicolo, oppure Sistema elettronico automatico gestito da centraline EBS (Electronic braking system) che ad una data velocità abbassa l’assetto di marcia del rimorchio e migliora il coefficiente di penetrazione aerodinamica del veicolo o del complesso veicolare.
  10. Dispositivo elettronico gestito da centraline EBS (Electronic braking system) per il monitoraggio dell’inclinazione laterale del | |rimorchio o semirimorchio ribaltabile durante le fasi di scarico e del relativo superamento dei valori limite di sicurezza.

Come fare domanda di incentivo

L’impresa di autotrasporto può presentare una sola domanda per ciascun periodo e può includere diversi tipi d’investimento fino a un massimo di 550mila per azienda. L’importo massimo riferito a tutti i veicoli acquisiti dall’impresa.

Le modalità di dimostrazione dei requisiti tecnici e di invio delle richieste di incentivo saranno definite con un successivo decreto del direttore generale per la sicurezza stradale e l’autotrasporto del MIT, da adottarsi entro 30 giorni.

Ai fini della proponibilità delle istanze per la prenotazione del beneficio, basta la copia del contratto di acquisizione dei veicoli,  indipendentemente dalla trasmissione della fattura di pagamento.