Tratto dallo speciale:

Cashback: rimborso pedaggio per ritardi in autostrada

di Redazione PMI.it

scritto il

Autostrade: in arrivo il cashback del pedaggio, per i ritardi dovuti ai cantieri, con rimborso proporzionale al disagio e rilevamento tramite telepass.

Conto alla rovescia per il cashback del pedaggio: Autostrade per l’Italia sta finalizzando con il Ministero delle Infrastrutture gli ultimi  passaggi per avviare il nuovo sistema, in via sperimentale, per rimborsare gli automobilisti che subiscono ritardi a causa di cantieri lungo le autostrade. L’obiettivo è di fidelizzare gli utenti offrendo loro, in automatico, un indennizzo proporzionale al disagio. Sono stati stanziati 250 milioni da destinare ai rimborsi.

Il pagamento del tagliando autostradale già concorre ai rimborsi del Cashback di Stato: temporaneamente sospeso ma in riavvio a gennaio 2022.

Come funziona? Sarà possibile gestire automaticamente i rimborsi correlati a tempi di percorrenza più alti della media, legati alla presenza dei cantieri su rete nazionale. Come è facile immaginare, non è banale mettere su un servizio di rilevamento di tal genere che tenga conto di tutte le variabili da considerare nel software di gestione del sistema.

Presumibilmente, i rimborsi da cashback per ritardi in autostrada saranno possibili per chi utilizza il telepass, perché deve poter essere possibile registrare l’orario di entrata ed uscita dalla rete autostradale su piattaforma telematica, verificando i tempi di percorrenza medi di ogni tratto al netto di soste o imprevisti.