Tratto dallo speciale:

Rimborsi da 730: ultima chiamata per il modello integrativo

di Redazione PMI.it

scritto il

Entro il 25 ottobre si invia il 730 integrativo per le detrazioni o deduzioni da aggiungere, per gli errori si presenta invece il modello Redditi PF.

Ultimi giorni per dichiarare al fisco nuove detrazioni o in ogni caso integrare i dati inseriti nel modello 730 presentando il 730 integrativo: la scadenza è il 25 ottobre.

Entro questa data è possibile presentare il 730 integrativo rivolgendosi a un intermediario (CAF o professionista).

Il modello 730 integrativo consente di aggiungere deduzioni o detrazioni e in generale voci dalle quale derivi un vantaggio di imposta rispetto a quanto precedentemente dichiarato.

Non è possibile utilizzarlo per correggere invece errori o effettuare modifiche che viceversa alzino l’imposta rispetto a quanto dichiarato con il 730 ordinario: in questo caso, l’unica strada percorribile per sanare la situazione è la presentazione del modello Redditi PF pagando la differenza (comprensiva di interessi e sanzioni).

La presentazione del 730 integrativo deve obbligatoriamente avvenire tramite intermediario, anche nei casi in cui il modello precedente era stato presentato al datore di lavoro o all’ente pensionistico, oppure direttamente tramite il sito internet dell’Agenzia delle Entrate.

Sarà necessario presentare al CAF o al professionista della dichiarazione incaricato tutta la documentazione necessaria, in particolare relativa alle nuove voci da integrare.

=> Dichiarazione dei redditi tardiva, regole e sanzioni

Anche coloro che possono ricorrere al 730 integrativo, nel caso in cui non riuscissero ad effettuare l’adempimento entro il termine previsto del 25 ottobre, possono comunque correggere presentando il modello Redditi PF entro la scadenza del prossimo 2 dicembre.

I Video di PMI

Aliquote IRPEF e scaglioni di reddito