Tratto dallo speciale:

Precompilata 2018, boom del fai da te e di SPID

di Redazione PMI.it

scritto il

In crescita i contribuenti che inviano autonomamente la dichiarazione dei redditi, precompilata 2018 in crescita di quasi il 205; oltre 500mila invii senza modifiche, triplicati gli accessi tramite SPID.

La dichiarazione dei redditi fai da te riscuote un sempre maggior successo fra i contribuenti, che numerosi hanno scelto la precompilata 2018: 2 milioni 877mila 628 persone hanno inviato autonomamente il 730/2018, in crescita del +18,47%. E’ il quarto anno consecutivo di crescita, segnala il Fisco, che fornisce le cifre precise dal 2015, anno di esordio della precompilata, in poi:

  • l’anno di avvio si è chiuso con 1,4 milioni di invii in autonomia;
  • il 2016 con 2,1 milioni;
  • il 2017 con 2,4 milioni.

Nel corso del tempo sono progressivamente aumentate le informazioni che il Fisco inserisce in dichiarazione, semplificando sempre più la vita al contribuente e consentendo in un numero maggiore di casi di inviare la dichiarazione senza modifiche.

Modello 730/2018 in numeri

Sono oltre mezzo milione (per la precisione, 529mila) i modelli 730/2018 accettati senza apportare modifiche, con un balzo del 50% rispetto al 2017. La classifica delle Regioni della Precompilata 2018 vede la Lombardia di gran lunga in testa, con 696mila 567 invii (+17% rispetto all’anno scorso), seguita dal Lazio, dove gli invii sono però circa la metà, 339mila 680, in crescita del 21%, e Veneto, 308mila 730 invii, +17%. Seguono Piemonte (263.555 invii, +17%), Emilia-Romagna (189.038 invii, +18%), Toscana (167.588 invii, +20%) e Campania (164.727 invii, +27%).

La fascia di età che più sembra apprezzare la dichiarazione precompilata è quella dei 40-50enni, che sono stati quest’anno 574mila, + 8%, seguiti da coloro fra i 51 e i 60 anni, 529mila invii, +13% e dai sessantenni, 452mila, +12%. I meno numerosi sono proprio i trentenni, 423mila invii, +11, malgrado una maggior dimestichezza con le tecnologie e il web. Sono invece in forte crescita i millennials (giovani fra i 19 e i 25 anni), che con 82mila invii fanno registrare un + 89% rispetto al 2017. Sono infine 314mila i modelli spediti dai cittadini di età compresa tra 71 e 80 anni (+19%).

Infine, un dato sulle chiavi di accesso: è più che triplicato l’utilizzo di SPID, con 226mila utenti. Negli altri casi l’accesso la precompilata 2018 è avvenuto tramite Fisconline o credenziali INPS.