IRPEF: incapienti senza detrazioni

di Barbara Weisz

scritto il

Oltre tre milioni di contribuenti non utilizzano tutte le detrazioni per il reddito troppo basso, 750mila incapienti senza agevolazioni: analisi dei Commercialisti.

Il sistema delle detrazioni fiscali penalizza i redditi bassi: ci sono più di tre milioni di contribuenti che non riescono a sfruttare in tutto o in parte le agevolazioni per i carichi di famiglia, con 750mila incapienti che non utilizzano neanche un euro di detrazione IRPEF per oneri, spese e familiari a carico. L’allarme, in apertura della stagione dichiarativa, è della Fondazione Nazionale dei commercialisti, che ha analizzato le dichiarazioni 2017 e 2016. Il nodo degli incapienti rimane «non affrontato», sintetizza Massimo Miani, presidente del Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili, che prosegue:

è logico che le detrazioni concesse per i redditi di lavoro abbiano, al massimo, il compito di azzerare l’imposta dovuta. Ma il vero tema è quello dei carichi di famiglia. È qui che invitiamo tutti a una riflessione: non ha senso e non è ragionevole che non venga utilizzato uno sgravio, uno dei pochi, concesso dallo Stato per chi si sobbarca l’onere di metter su famiglia.

I dati: ci sono 7 milioni e 730mila contribuenti che non pagano l’IRPEF, o perché sotto la soglia minima (no tax area) o perché azzerano l’imposta grazie alle agevolazioni fiscali. Di questi, 3,2 milioni non riescono completamente ad utilizzare le detrazioni, perché hanno un reddito troppo basso, e 750mila sono totalmente incapienti, quindi non beneficiano delle detrazioni per spese e nemmeno delle agevolazioni per familiari a carico. Gli altri 2 milioni e 360mila non hanno un reddito sufficiente per utilizzare le detrazioni sulle spese ma almeno in parte utilizzano quelle per i familiari. Infine, ci sono 4,61 milioni di persone che utilizzano completamente le detrazioni per i carichi di famiglia, oltre a quelle da lavoro, mentre non riescono a utilizzare pienamente quelle per oneri e spese.

Il risultato, in termini di monetizzazione, è che ci sono 7,25 miliardi di detrazioni che non vengono utilizzate per incapienza.