Modello ICRIC entro il 31 marzo per indennità  di accompagnamento INPS

di Redazione PMI.it

scritto il

Il Modello ICRIC è la dichiarazione dei titolari di indennità  di accompagnamento o di frequenza sull’eventuale stato di ricovero in struttura pubblica: entro il 31 marzo 2011, i titolari di indennità  che hanno ricevuto dall’INPS il modulo ICRIC (Invalidità  civile ricovero), dovranno dichiarare se nel corso del 2010 e 2011 hanno usufruito di un ricovero presso strutture pubbliche. Dal 2011 le dichiarazioni vanno presentate esclusivamente per via telematica.

Per aver diritto all’indennità  di accompagnamento o di frequenza, infatti, non si deve usufruire di ricoveri gratuiti: pertanto, il Modello ICRIC ha una funzione di controllo da parte dell’Ente per confermare l’indennità .

L’importo 2011 per indennità  di accompagnamento è di 487,39 euro per 12 mensilità . Il Modello ICRIC è una autocertificazione annuale che comprova il diritto a percepirla: dichiarando gli eventuali ricoveri, bisogna specificare se questi siano stati a titolo gratuito (a carico di un ente pubblico) o a pagamento (totale o parziale). Il modello deve essere compilato anche se non ci sono stati ricoveri.

Compilazione del Modello ICRIC

Si può trasmettere direttamente via internet le informazioni che lo riguardano utilizzando il codice PIN (Personal Identification Number) in suo possesso. In questo caso, sarà  sufficiente seguire le istruzioni che trovano sul sito www.inps.it, nella sezione Servizi al Cittadino. 803164 è il numero verde di INPS.

Per la compilazione del modulo ci si può rivolgere ai CAF (Centro di Assistenza Fiscale) o ad un professionista abilitato con la lettera ricevuta dall’INPS e i seguenti documenti:

  • Documento d’identità  dell’interessato;
  • Copia tessera sanitaria per controllo del codice fiscale;
  • Documento d'identità  del tutore/ curatore se presente e tessera sanitaria;
  • Eventuale copia della delega e documento d’identità  di delegato e dichiarante;
  • Documentazione che attesti la quota di retta a carico degli enti pubblici o dell’interessato in caso di ricovero (a causa dell’invalidità );
  • Certificato medico che attesti eventuale menomazione psichica o intellettiva.

Soggetti interessati

(non ricoverati gratuitamente)

La dichiarazione di responsabilità  interessa gli invalidi civili titolari di indennità  di accompagnamento (fascia 33, 38, 41, 42, 44, 45).

  • Invalidi totali con pensione e indennità  di accompagnamento;
  • Invalidi totali maggiorenni con sola indennità  di accompagnamento in fascia provvisoria;
  • Invalidi totali (non ricoverati) titolari di reddito oltre il tetto massimo e con sola indennità  di accompagnamento;
  • Invalidi totali oltre i 65 anni con sola indennità  di accompagnamento;
  • Invalidi totali minorenni con sola indennità  di accompagnamento;
  • Invalidi parziali con indennità  di accompagnamento per effetto di concausa cecità  parziale (C.C. 346/1989);
  • Invalidi parziali minorenni con diritto a indennità  mensile di frequenza (legge 11 ottobre 1990 n. 289);