Occupazione giovanile in Lombardia

di Teresa Barone

scritto il

Seconda edizione del progetto Ponte generazionale promosso dalla Regione Lombardia per favorire l’occupazione giovanile.

La Regione Lombardia promuove la seconda edizione del progetto Ponte generazionale, volto a favorire l’occupazione giovanile e l’accompagnamento alla pensione dei lavoratori più maturi. Incentivando il ricambio generazionale, infatti, si consente ai giovani di entrare nel mondo del lavoro e ai colleghi prossimi alla pensione di ridurre il loro orario di lavoro, mantenendo il pieno versamento contributivo.

=> Jobs Act, impatto su occupazione e stipendi

Progetto

Il progetto viene realizzato grazie allo stanziamento pari a 3 milioni di euro, a valere sul Programma nazionale Welfare to Work. Come spiega l’assessore Aprea:

«Quest’anno abbiamo esteso il programma ai lavoratori a cui mancano fino a 4 anni al diritto alla pensione e portato il livello di part time fino a un massimo del 70%. Il beneficio per l’azienda può addirittura raddoppiarsi nel caso di accesso al bonus occupazionale di ‘Garanzia Giovani’.»

Assunzione giovani

Il progetto prevede che siano il lavoratore anziano e l’azienda a stabilire la trasformazione del rapporto da tempo pieno a part-time: da un lato il lavoratore percepisce la piena copertura contributiva a carico di Regione Lombardia come se fosse a tempo pieno, dall’altro lato l’impresa si impegna ad assumere giovani in età compresa tra i 18 e 29 anni attivando un contratto di apprendistato o a tempo indeterminato.

=> Leggi tutte le news per le PMI della Lombardia

I Video di PMI

Come consultare i bandi regionali