Pmi, il 93% si sente trascurato dal Governo

di Alessandro Vinciarelli

scritto il

In Italia il 93% dei piccoli e medi imprenditori ritiene che i propri interessi siano trascurati da parte delle istituzioni, all'estero la percentuale scende al 75%. Tra i principali problemi ci sono i ritardi nei pagamenti

Nonostante il Governo dica di focalizzare il proprio impegno nel supporto delle Pmi italiane, la grande maggioranza degli imprenditori (93%) non ritiene che curi davvero i loro interesse e quindi si sente trascurata dalle istituzioni. Un po’ meno all’estero (75%): lo rivela uno studio condotto sulle piccole e medie imprese da Regus: Small is Beautiful (but tough), ossia “Piccolo è bello (ma arduo)!”.

Tra i principali problemi evidenziati, spiccano i ritardi nei pagamenti, vera criticità quando si presentano nei primi 18 mesi di vita dell’azienda, tanto da metterla a rischio di chiusura.

Sarebbe pertanto opportuno, per l’88% degli imprenditori italiani e il 72% di quelli oltreconfine, che venissero garantite sanzioni legali per le dilazioni sui pagamenti delle fatture.

Secondo il 74% del campione (5.000 imprenditori in 78 paesi) e per il 93% in Italia, le banche dovrebbero essere obbligate ad agevolare l’accesso al credito e quindi accordare prestiti alle nuove e alle piccole imprese.

Lo stesso 93% di imprenditori italiani (86% a livello mondiale) ritiene che i fondi governativi di capitale di rischio dovrebbero sostenere gli imprenditori e le iniziative imprenditoriali.

I Video di PMI

Coronavirus: Guida al congedo per quarantena dei figli