Trenta milioni di euro per le imprese reggiane

di Marianna Di Iorio

scritto il

Attraverso un accordo tra UniCredit Banca e CNA Reggio Emilia è stato stabilito un finanziamento di 30 milioni di euro per promuovere lo sviluppo delle imprese reggiane

Per supportare il rilancio delle piccole imprese reggiane è stato stanziato un fondo di 30 milioni di euro.

È questo il risultato dell’accordo raggiunto ieri tra UniCredit Banca e CNA Reggio Emilia (Associazione Provinciale dell’Artigianato e della Piccola e Media Impresa). I beneficiari sono le piccole e medie imprese residenti nella provincia, sia femminili che maschili.

Si può accedere al fondo fino al 30 Settembre 2007.

Le attività a cui sarà destinato il finanziamento riguardano:

  • l’avvio di una nuova impresa;
  • l’innovazione tecnologica per la sicurezza sul posto di lavoro;
  • la costruzione di nuovi impianti;
  • la ricapitalizzazione aziendale;
  • e l’adeguamento del parco automezzi.

I fondi saranno garantiti da Artigianfidi (società cooperativa formata da Imprese Artigiane e Piccole Industrie della Provincia di Reggio Emilia) e saranno differenti per importo, durata (da 6 mesi a 15 anni) e forma tecnica (chirografari, ossia senza che la banca richieda all’impresa una reale garanzia, o ipotecari). Nel caso di quelli chirografari è previsto un periodo di ammortamento di 5 anni, mentre nell’altro caso fino a 15 anni.

L’accordo è stato firmato nel corso di un incontro tra il Direttore e il Condirettore di Regione Emilia Ovest di UniCredit Banca, il Presidente CNA di Reggio Emilia e il Segretario CNA Reggio Emilia.