Tratto dallo speciale:

Opzione Donna: pensione anticipata in scadenza

di Francesca Vinciarelli

scritto il

Opzione Donna: la nuova scadenza comunicata dal MIUR e prevista dalla Legge di Stabilità 2016 per accedere alla pensione anticipata da parte delle lavoratrici che hanno maturato i requisiti di età e di anzianità entro il 2015.

Si avvicina la scadenza per l’Opzione Donna: le lavoratrici della scuola che hanno maturato i requisiti per esercitare tale opzione entro il 2015 devono richiedere la pensione anticipata e presentare istanza di cessazione dal servizio al MIUR entro il 15 febbraio.

=> In pensione con l’Opzione Donna: istruzioni 2016

Requisiti

I requisiti richiesti alle lavoratrici della scuola per l’esercizio dell’Opzione Donna, come ricordava il MIUR nella nota 41637/2015, sono di aver maturato, entro il 2015, 57 anni e tre mesi di età e 35 anni di contributi. L’Opzione Donna consiste in un prepensionamento a 57 o 58 anni (per dipendenti e autonome), con 35 anni di contributi, ottenendo però un assegno determinato interamente con il sistema contributivo.

=> Calcolo Pensione con Sistema Contributivo

Riferimenti normativi

Ricordiamo che ad estendere la possibilità di accedere al regime sperimentale Opzione Donna anche a coloro che hanno maturato i requisiti di età e di anzianità dopo il 31 novembre 2014 ed entro il 31 dicembre 2015 è stata la Legge di Stabilità 2016 (articolo 1, comma 281 della legge 208/2015).

=> Pensione anticipata: tutte le opzioni in vigore

Scadenze

La possibilità di inviare l’istanza di dimissioni online tramite il sistema POLIS da parte delle interessate che rientrino nei requisiti richiesti è stata aperta il 15 gennaio 2016 e si chiuderà il 15 febbraio 2016. Le interessate potranno alla pensione dal prossimo 1° settembre 2016.

I Video di PMI