Pensione Scuola 2023: requisiti al 1° settembre?

Risposta di Barbara Weisz

scritto il

Mario chiede:

Sono un dipendente del comparto Scuola, al 31 agosto 2023 avrò maturato 2216 settimane di contributi contro i 2227 necessari per la pensione anticipata, 11 in meno di quelle che servono per cessare il servizio dal 1° settembre. Posso andare ugualmente in pensione?

Per andare in pensione cessando il servizio nella scuola a partire dal 1° settembre, bisogna maturare il requisito contributivo valido per l’uscita anticipata entro il 31 dicembre dell’anno del pensionamento, anche se si dovesse scegliere ricorrere a particolari formule pensionistiche, come ad esempio Opzione Donna o Pensione Usuranti.

Casi particolari a parte, per i 42 anni e dieci mesi necessari per andare in pensione anticipata Fornero dal settembre del prossimo anno, lei dovrebbe maturare 2.227 settimane di contributi versati entro il 31 dicembre 2023.

=> Pensione anticipata: requisiti anno per anno

Ma se smette di lavorare a fine agosto prossimo rischia di non centrare questo requisito, che andrebbe a questo punto raggiunto per altre vie, magari con strumenti di riscatto contributivo.

I tempi sono comunque stretti: il personale della Scuola che vuole andare in pensione da settembre 2023 deve presentare domanda di cessazione dal servizio nei prossimi giorni: i termini si sono aperti il 12 del mese e si chiuderanno il 21 ottobre 2022.

Ad ogni modo, per maturare i contributi mancanti lei ha tempo fino al 31 dicembre 2023. Diversamente, se non riesce ad ottenere l’accredito delle settimane contributive necessarie entro tale scadenza, temo che debba aspettare un altro anno per agganciare la pensione anticipata piena. Sempre che non abbia il requisito anagrafico (64 anni di età entro il 31 dicembre 2022) per andare in pensione con la Quota 102.

 

Hai una domanda che vorresti fare ai nostri esperti?

Chiedi all'esperto

Risposta di Barbara Weisz