Bonus 200 euro ai dipendenti neo-assunti a giugno?

Risposta di Barbara Weisz

scritto il

Antonio chiede:

Sono un lavoratore dipendente, assunto a giugno 2022. Nella prima busta paga beneficerò dell’esonero contributivo 0,80% previsto per il 2022, richiesto dalla norma sul bonus da 200 euro ai lavoratori dipendenti, ma avrò comunque diritto all’indennità una tantum essendo stato appena assunto?

Il diritto o meno al bonus da 200 euro dipende dalla fattispecie in cui rientra: se lei ha cambiato lavoro in giugno ma nei mesi precedenti aveva in essere un altro rapporto di lavoro dipendente, oppure se quello appena iniziato è il suo primo contratto da dipendente intervenuto nel corso 2022. Si tratta di un elemento fondamentale, perché nel primo caso lei ha diritto al bonus mentre nel secondo non ne ha diritto.

Mi spiego meglio: la norma prevede che i lavoratori dipendenti abbiano diritto al bonus se nel primo quadrimestre 2022 hanno applicato per almeno una mensilità la decontribuzione dello 0,8% in busta paga. Almeno per una mensilità.

Si tratta, lo ricordiamo, di un’agevolazione che spetta a chi ha uno stipendio mensile lordo non superiore a 2.692 euro, più i ratei di tredicesima. Significa che, per almeno un mese da gennaio ad aprile 2022, bisogna essere stati dipendenti e fruire della detrazione.

Quindi, se lei è stato assunto in giugno per la prima volta nel 2022, stante la norma (Decreto Aiuti) non ha diritto all’indennità una tantum erogata in busta paga a luglio. Se invece, pur avendo cambiato azienda in giugno era prima occupato con contratto di lavoro dipendente presso un altro datore di lavoro, allora – se è in possesso del requisito di reddito sopra citato, come lei conferma di essere – riceverà il bonus in luglio.

 

Hai una domanda che vorresti fare ai nostri esperti?

Chiedi all'esperto

Risposta di Barbara Weisz