Pensione co.co.co, le opzioni percorribili

Risposta di Barbara Weisz

scritto il

Patrizia R. chiede:

A  gennaio 2018 compirò 63 anni. Ho maturato 28 anni di contributi INPS, più 3 in gestione separata. Ultimo contratto, da co.co.co., terminato il 15 giugno 2017. Ho fatto domanda Dis-Coll, accolta con decorrenza 30 giugno per 6 mesi. Avrò diritto all’APe Social?

In realtà, se il suo ultimo contratto di collaborazione si è interrotto per scadenza del termine, pur avendo diritto al trattamento di disoccupazione riservato ai parasubordinati (Dis-Coll), cumulare non può accedere all’APe Sociale. Sono ammessi solo coloro che perdono il lavoro per licenziamento, dimissioni per giusta causa o nell’ambito di procedure di conciliazione a seguito di ristrutturazioni aziendali.

=> Dis-coll per co.co.co: le regole 2017

Al compimento dei 63 anni, potrà eventualmente scegliere l’APe Volontaria, che però non è a carico dello Stato ma un anticipo pensionistico, da restituire con rate ventennali sulla pensione vera e propria. I requisiti sono, oltre ai 63 anni di età, almeno 20 anni di contributi, un assegno maturato pari ad almeno 1,4 volte il minimo (circa 700 euro), e al massimo tre anni e sette mesi al raggiungimento dell’età pensionabile.
Le resta anche l’opzione cumulo gratuito dei contributi, valido anche per il raggiungimento del requisiti di accesso alla pensione anticipata.

Hai una domanda che vorresti fare ai nostri esperti?

Chiedi all'esperto

Risposta di Barbara Weisz